Sailor Moon / Pretty Guardian Sailor Moon (Bishoujo Senshi Sailor Moon) di Naoko Takeuchi

A cura di Shion (testi e immagini) ed Emy (info, grafica)

Titolo originale: Bishoujo Senshi Sailor Moon
Autrice: TAKEUCHI Naoko
Categoria: Shoujo

:: Il manga in Giappone ::
Numero di volumi: 18 -concluso
Anni di pubblicazione: 1992-1997
Rivista di pubblicazione: Nakayoshi
Casa editrice: Kodansha
Seconda edizione: Kodansha, 2003, 12 volumi + 2 di storie brevi

:: Il manga in Italia ::

– Quarta edizione italiana
Una Eternal Edition in 12 volumi è stata annunciata per Novembre 2019 da Star Comics.

– Terza edizione italiana
Titolo: Pretty Guardian Sailor Moon
Casa editrice: Star Comics
*New Edition
Numero di volumi: 12 + 2 volumi di storie brevi
Prezzo: 4,70 euro
Distribuzione: edicola e fumetteria
Inizio pubblicazione: 8 Novembre 2017
Nota dell’editore: la nuova ristampa presenta un’accurata revisione dei testi e un’edizione rispettosa dell’originale

– Seconda edizione italiana (fuori stampa)
Titolo: Pretty Guardian Sailor Moon
Casa editrice: GP Publishing
Prezzo: 4.50 euro edizione da edicola
Prezzo: 5.90 da fumetteria (sovraccoperta e carta di qualità)
Numero di volumi: 12 -concluso + 2 volumi di storie brevi
Inizio pubblicazione: Novembre 2010
Ritmo di serializzazione: mensile
Distribuzione: edicola e fumetteria

– Prima edizione italiana (esaurita)
Titolo: Sailor Moon
Casa editrice: Star Comics
Prezzo: £ 3.000 (dal n. 7 £ 3.200; dal n. 32 £ 4.000; dal n. 45 £ 5.000)
Numero di volumi: serie completa in 49 numeri
Inizio pubblicazione: Giugno 1995
Ritmo di serializzazione: mensile
Distribuzione: edicola e fumetteria

:: Anime ::
Agli inizi degli anni Novanta in Giappone è stata realizzata dalla Toei la serie animata tratta dal manga di Sailor Moon, cui seguirono altre 4 serie. Questo primo anime è stato trasmesso in Giappone a partire dal 1992 e nel 1995 anche in Italia, con enorme successo di pubblico.

:: Personaggi :: Warning! Spoiler 

*Tra parentesi: i nomi dei personaggi nell’edizione italiana!*

Sailor Moon/ Usagi Tsukino (Bunny): è nata il 30 Giugno e ha 14 anni. È pigra, pasticciona, piagnucolona e poco portata per lo studio. Adora mangiare e leggere fumetti, è la leader del gruppo ma anche la reincarnazione di Serenity, principessa di Silver Millenium, antico regno che un tempo sorgeva sulla Luna e che è stato distrutto dal Dark Kingdom. Abita con i genitori, la mamma Ikuko è una casalinga mentre il padre è un giornalista, il fratellino Shingo frequenta ancora le elementari. S’innamora di Mamoru Chiba, intelligentissimo studente delle superiori che nelle vesti di Tuxedo Kamen aiuta Sailor Moon nella sua battaglia contro Queen Beryl. È la guerriera della Luna.
Sailor Mercury/Ami Mizuno (Amy): è nata il 10 Settembre e ha 14 anni. È la più studiosa ed intelligente del gruppo, una ragazza con la testa sulle spalle su cui si può sempre fare affidamento. Di carattere è introversa e schiva, non le piacciono le lettere d’amore che le fanno venire l’orticaria. I suoi genitori sono divorziati, pertanto abita con la madre, un affermato medico mentre il padre gira il mondo dipingendo quadri. Ami ammira molto sua madre e proprio come lei vorrebbe diventare medico, pertanto s’impegna moltissimo negli studi. È la guerriera del pianeta Mercurio e i suoi poteri derivano dall’acqua.
Sailor Mars/Rei Hino (Rea): è nata il 17 Aprile e ha 14 anni. È sacerdotessa nel tempio scintoista di suo nonno, è un’esperta esorcista capace di trovare dove si nasconde il male, ma proprio questi suoi poteri la rendono “strana” agli occhi della gente comune. Di carattere è forte, orgogliosa e decisa e molto spesso si arrabbia con Usagi per la sua irresolutezza. Il suo passatempo preferito è la preghiera, non guarda quasi mai la tv se non per vedere Devilman. Suo padre è un uomo politico molto importante che lei non vede quasi mai se non in occasione del proprio compleanno, sua madre è morta quando era ancora piccola, da allora abita con il nonno al tempio. È la guerriera del pianeta Marte e i suoi poteri derivano dal fuoco.
Sailor Jupiter/ Makoto Kino (Morea): è nata il 5 Dicembre e ha 14 anni. Ha perso entrambi i genitori in un incidente aereo e adesso abita da sola. È una ragazza mascolina, dalla straordinaria forza fisica e dalla personalità aperta e vivace che sa esprimere con chiarezza le proprie idee. Ma queste sue caratteristiche la fanno passare per un tipo rissoso e proprio per questo nella sua precedente scuola era stata emarginata dai compagni. È bravissima in cucina e abitando da sola spesso invita le sue amiche a fermarsi da lei. Tende a innamorarsi di ogni ragazzo che le ricordi anche solo vagamente il suo ex-ragazzo. È la guerriera del pianeta Giove e i suoi poteri derivano dal fulmine.
Sailor Venus/ Minako Aino (Marta): è nata il 22 Ottobre e ha 14 anni. È una ragazza carina e affascinante ma si comporta spesso in maniera rozza, s’innamora sempre di bei ragazzi che per lo più sono impegnati con altre. Apparentemente fragile e indifesa è in realtà la prima a indossare i panni di guerriera Sailor. Prima di unirsi al gruppo combatteva infatti contro i nemici con il nome di SailorV. Non ama studiare ma è bravissima in educazione fisica. Abita con i genitori e il gatto bianco Artemis. È la guerriera del pianeta Venere e trae i suoi poteri dalla luce.
Sailor Pluto/ Setsuna Meiou (Sydia): è nata il 29 Ottobre e ha 19 anni. Frequenta il primo anno di fisica all’università. Ha un carattere molto distaccato e solitario ma nutre un sincero affetto per la piccola Chibiusa. È la guerriera del pianeta Plutone e custode della Porta del Tempo, trae i suoi poteri dalla morte.
Sailor Uranus/ Haruka Tenou (Helles): è nata il 27 gennaio e ha 16 anni. È senza dubbio il personaggio più ambiguo della serie, si presenta dapprima come uomo, ma ben presto si scoprirà che è una donna. È una ragazza molto sportiva, ama l’atletica leggera e in particolare la corsa, ma la sua vera passione sono le gare automobilistiche. Haruka è infatti una pilota professionista. Frequenta l’istituto superiore Mugen Gakuen insieme a Michiru alla quale è strettamente legata da un rapporto che va al di là della semplice amicizia. È la guerriera del pianeta Urano e trae i suoi poteri dal vento.
Sailor Neptune/ Michiru Kaiou (Milena): è nata il 6 Marzo e ha 16 anni. È una ragazza fine ed elegante dai modi molto sofisticati. Ama dipingere ed è una valente violinista. È lei che fa prendere coscienza ad Haruka dei suoi doveri di guerriera Sailor. Frequenta con Haruka l’istituto superiore Mugen. È la guerriera del pianeta Nettuno e trae i suoi poteri dall’acqua di mare.
Sailor Chibimoon/ Chibiusa (Kibiusa): è nata il 30 Giugno e ha 5 anni. Il suo vero nome sarebbe Usagi ma viene affettuosamente ribattezzata Chibi-Usa(gi) cioè piccola Usagi. Arriva dal futuro ed è la figlia di Re Endymion e della Regina Serenity. È giunta nel ventesimo secolo attraversando la porta spazio/ temporale per cercare il Silver Moon Crystal con il quale spera di poter risvegliare la sua mamma caduta addormentata. Va ad abitare con Usagi dopo averne ipnotizzato l’intera famiglia. Si innamora di Elios, protettore di Illusion, il luogo dove sono custoditi i sogni dell’umanità e terra d’origine di Endymion.
Sailor Saturn/ Hotaru Tomoe (Ottavia Tomoe): è nata il 6 Gennaio. È la figlia del dottor Tomoe, famoso scienziato e proprietario dell’istituto Mugen. Sua madre è morta durante un incendio nel tentativo di proteggerla, ma dopo l’incendio la sua salute è rimasta gravemente compromessa. Di carattere chiuso e introverso diventa vittima degli scherzi dei suoi compagni di scuola. Diventa amica di Chibiusa, ma dentro di lei si cela un’entità malvagia, Mistress 9, che sottrae a Chibiusa il cristallo d’Argento riducendola in fin di vita. Sarà proprio Hotaru, risvegliatasi come Sailor Saturn, a rendere il cristallo alla piccola salvandole la vita. È la guerriera di Saturno e trae i suoi poteri dalla distruzione e dalla rinascita.
Sailor ChibiChibiMoon/ Chibichibi: è una graziosissima bambina di tre o quattro anni. Appare solo nell’ultima parte della storia, aiutando Usagi contro Sailor Galaxia. In realtà Chibichibi è la forma che Sailor Cosmos, ultima trasformazione di Usagi, ha assunto per tornare nel passato nel tentativo di cambiare i tristi avvenimenti futuri dello scontro con Caos. Sailor Cosmos è la guerriera dell’ordine e riceve la sua forza dal luogo di origine delle stelle, il Galaxy Cauldron.

Storia
Siamo in Giappone, all’inizio degli anni Novanta. Usagi Tsukino è una normalissima ragazza che frequenta la seconda media all’istituto Juuban. Una mattina Usagi incontra una gattina nera con un cerotto sulla fronte; la ragazza, presa la gattina, le toglie il cerotto, ma la gattina la graffia e scappa via. Usagi, arrivata in classe in ritardo, viene rimproverata dalla professoressa Aruna, che si lamenta con lei anche del suo scarso rendimento scolastico. Uscita da scuola Usagi, depressa per il risultato del compito in classe e avendo paura di mostrarlo alla madre, accartoccia il foglio e lo getta via. Il foglio cade in testa a un affascinante ragazzo che non appena visto il voto prende in giro la giovane. Usagi infuriata gli strappa il foglio di mano e allontanandosi gli dice di farsi i fatti propri. Tornata a casa Usagi viene rimproverata anche da sua madre per il voto disastroso che ha preso nel compito in classe, appena 30/100. Salita in camera propria Usagi si stende esausta sul letto ma proprio in quel momento la gattina nera entra dalla finestra presentandosi come Luna e annunciandole di averla scelta per combattere i nemici del Dark Kingdom, guidati dalla perfida Queen Beryl che insieme ai suoi quattro generali ha intenzione di invadere la terra e rubare agli uomini l’energia vitale che le occorre per risvegliare Queen Metallia, che giace addormentata da secoli.

Inoltre per scongiurare l’invasione Usagi deve rintracciare la “Principessa della Luna”, l’unica in grado di usare il Silver Crystal. Usagi rimane allibita sentendo Luna parlare e non vuole assolutamente crederle. Luna per convincere Usagi le regala una spilla e le insegna una formula, Usagi pronunciando le parole “Moon Prism Power Make Up” si trasforma così in Sailor Moon.
Stupita si guarda allo specchio ma improvvisamente nella sua testa sente delle grida di aiuto che provengono dalla sua amica Naru che è stata attaccata da un mostro. Sailor Moon corre così in aiuto dell’amica ma avrebbe la peggio se all’improvviso una magnifica rosa rossa non colpisse in pieno il mostro. Sailor Moon si volta per vedere chi abbia lanciato quella rosa e vede sulla finestra un affascinante ragazzo con addosso uno smoking e una maschera per coprirsi il volto che si presenta come Tuxedo Kamen. Il mostro torna però all’attacco e Sailor Moon usando il diadema che ha sulla fronte riesce a sconfiggerlo. Nel corso della battaglia a Usagi si affiancano altre combattenti: Sailor Mercury/ Ami Mizuno, Sailor Mars/ Rei Hino, Sailor Jupiter/ Makoto Kino, mentre a Sailor Moon nominata da Luna leader del gruppo viene affidato lo Scettro Lunare.

I nemici diventano sempre più forti e in aiuto di Usagi accorrono anche l’ultima combattente Sailor Venus, scambiata dalle guerriere Sailor per la principessa, e il gatto bianco Artemis. Al gruppo riunito non resta quindi che trovare il Silver Crystal che viene cercato anche da Queen Beryl e da Tuxedo Kamen, la cui vera identità è quella di Mamoru Chiba, lo studente delle superiori con cui Usagi si è scontrata diverse volte e dal quale si sente attratta. Mamoru sta cercando il cristallo per ritrovare il suo passato e scoprire a chi appartiene quella voce che troppo spesso compare nei suoi sogni. Nel corso di una battaglia però Tuxedo Kamen rimane gravemente ferito per difendere Sailor Moon. La ragazza abbracciando il corpo inerte di Tuxedo Kamen incomincia a piangere, Mamoru apre gli occhi, vedendo la ragazza in lacrime, si ricorda di tutto il suo passato mentre le sue labbra pronunciano un nome, “Serenity”. Il sigillo sulla fronte di Sailor Moon si rompe e al suo posto compare un simbolo a forma di falce di luna, mentre il vestito di Sailor Moon comincia pian piano a cambiare. Il sigillo è stato infranto e anche Sailor Moon riacquista i ricordi del suo passato: lei è Serenity, la principessa che stavano cercando! Molti secoli prima abitava con la madre e le guerriere Sailor nello splendido Silver Millenium, regno che sorgeva sulla splendente luna. Tuttavia si era innamorata di un terrestre, il Principe Endymion, ma gli eventi erano ben presto precipitati e gli abitanti della Terra invidiosi, spinti da Queen Beryl avevano attaccato Silver Millennium. Endymion nel tentativo di proteggere Serenity era stato colpito a morte e Serenity non resistendo al dolore si era trafitta il petto con la spada sacra. Improvvisamente tutto attorno comincia a spandersi una luce fortissima e dalle lacrime di Serenity nasce il Silver Moon Crystal! Approfittando della confusione creatasi Kunzite, uno dei quattro generali di Beryl, cattura come prigioniero Tuxedo Kamen e scompare senza lasciare traccia. Usagi è disperata, le guerriere Sailor decidono quindi di andare sulla Luna. Qui entrano in possesso della leggendaria spada del Silver Moon Crystal che -una volta estratta dalla roccia in cui era incastrata- fa apparire lo spettro della Regina Serenity, madre della principessa, che racconta loro le tristi vicende di Silver Millenium. Tornate sulla Terra le cinque ragazze devono affrontare un nuovo problema: Mamoru, a cui Queen Beryl ha fatto il lavaggio del cervello, è diventato loro nemico! Lo scontro con Tuxedo Kamen è inevitabile, Sailor Moon disperata trafigge il suo amato con la spada, poi in lacrime trafigge se stessa chiedendosi se il loro incontro fosse servito solo alla loro distruzione. Improvvisamente il Silver Moon Crystal comincia a risplendere e avvolge i corpi di Tuxedo Kamen e Sailor Moon.

In quel preciso istante compare Queen Metallia, un’enorme massa oscura che assorbe al suo interno Sailor Moon, Tuxedo Kamen e il Silver Moon Crystal. Le guerriere Sailor in un ultimo disperato tentativo tentano di risvegliare Sailor Moon sacrificando le proprie vite. Sailor Moon all’interno di Metallia si risveglia tenendo tra le mani il Silver Moon Crystal, accanto a sé vede il corpo di Tuxedo Kamen e comincia a piangere; alcune lacrime cadono sul cristallo che si apre assumendo la forma di un fiore e comincia a emettere una luce potentissima che dissolve l’oscura Metallia.
Improvvisamente anche Tuxedo Kamen si sveglia, ma i suoi occhi non riescono più a vedere. Metallia non è però ancora stata sconfitta e Sailor Moon incoraggiata da Tuxedo Kamen afferra lo scettro che si unisce al Silver Moon Crystal. Sailor Moon usando tutta la propria energia riesce a sconfiggere Metallia, la spilla si rompe e Usagi scivola a terra priva di sensi. Tuxedo Kamen abbraccia Usagi e la bacia, la ragazza si sveglia così tra le braccia di Mamoru che grazie al bacio riacquista la vista. Dopodiché Usagi e Mamoru si dirigono sulla Luna dove Artemis e Luna li stanno aspettando. Luna mostra loro il castello lunare risorto grazie alla forza spirituale di Usagi e felice le annuncia che è diventata la nuova sovrana di Silver Millenium! Usagi sorridendo le dice che prima di tutto lei è Usagi Tsukino e che il posto dove lei vuole vivere è la Terra del suo Mamoru. In quel momento appare lo spettro di Queen Serenity che augura alla figlia un futuro felice e dopo averle donato una nuova spilla scompare. Usagi si trasforma quindi in Sailor Moon usando la nuova formula “Moon Crystal Power Make Up” e grazie allo scettro e al Silver Moon Crystal purifica la Terra dall’energia maligna di Metallia, riportando tutto alla normalità. Tornata sulla Terra Sailor Moon riabbraccia le sue compagne e tutte insieme riprendono la loro tranquilla vita di studentesse delle medie. Fin qui la prima parte del manga.

Considerazioni
Sailor Moon o la si ama o la si odia, non ci possono essere vie di mezzo. Nel 1992 quando comparve in Giappone fu un vero boom, dopo anni di orfanelle, maghette di tutti i tipi e potenti guerrieri comparve lei, Usagi, una semplice ragazza capace di trasformarsi in una invincibile combattente. Sailor Moon presenta infatti un mix di magia e combattimenti che all’epoca per uno shoujo era un fatto abbastanza rivoluzionario. Ispirandosi alle più tradizionali maghette Naoko Takeuchi riprende l’elemento magia ma lo unisce a elementi tipici dello shounen manga (o meglio dei super sentai) ossia i combattimenti in “squadre” contro nemici fortissimi. Nel 1992 questa unione era un esperimento molto innovativo e piacque moltissimo non solo alle ragazze, ma anche ai ragazzi che trovarono la storia molto appassionante.
I personaggi sono ben caratterizzati, ognuna delle Sailor Senshi ha caratteristiche proprie che ricorrono frequentemente nel corso della storia. Usagi è il personaggio dominante: pigra, paurosa, piagnucolona, non sembra assolutamente adatta a fare l’eroina, ma nel corso delle vicende acquisisce la consapevolezza della propria forza e accetta la propria missione senza esitare, costruendo giorno dopo giorno il proprio futuro accanto alle persone che ama e che è disposta a proteggere a costo della propria vita.
Lo stile di Naoko Takeuchi era tuttavia all’inizio abbastanza acerbo, le figure, soprattutto nella prima parte (quella contro il Dark Kingdom), appaiono il più delle volte sgraziate e prive di spessore, a tratti spigolose, mentre gli scenari sono spesso sommari.
A tutto ciò Naoko Takeuchi ha posto rimedio con la seconda edizione: non si è limitata infatti a qualche semplice correzione ma ha ridisegnato spesso tavole intere e personaggi, il tratto si è addolcito e si è fatto più continuo mentre le figure sono ben proporzionate e rifinite accuratamente fin nei minimi dettagli.
È appunto a questa nuova edizione che si rifà la riedizione italiana a cura di GP Publishing. Quest’ultima è disponibile in due versioni: una da edicola e una da fumetteria, con variazione di prezzo. La seconda presenta una carta più pregiata e la sovraccoperta, ma è priva degli stickers presenti nell’originale seconda edizione giapponese.

 

__________________________________________________
Online since 05/12/2004, last up 30/03/2019. This is a no profit web site. All the images in this site are used to review and to promote shoujo manga in Italy. All the images are © of their respective artists and publishers, or other owners. Each review is copyright © of respective author. The comments reflect the personal opinions of the reviewers. Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale. Licenza Creative Commons.Licenza Creative Commons