Nodame Cantabile di Tomoko Ninomiya

A cura di Deda (review) ed Emy (grafica)

Titolo originale: Nodame Cantabile
Autrice: NINOMIYA Tomoko
Categoria: Josei

:: Il manga in Giappone ::
Anni di pubblicazione: 2002 – 2009
Numero di volumi: 23 più due speciali “Opera” -concluso
Casa editrice: Kodansha
Rivista: Kiss
Collana: KC Kiss

:: Il manga in Italia ::
Titolo: Nodame cantabile
Numero di volumi: 23 più due speciali -concluso
Prezzo: E 4.20
Casa editrice: Star Comics
Distribuzione: edicola e fumetteria
Pubblicato a partire da: Settembre 2010

:: Curiosità ::
Nel 2004 Nodame Cantabile ha vinto il 28° premio manga Kodansha per la categoria shoujo (che nel 2003 è stato vinto da “Sei il mio cucciolo” e “Honey & Clover”). Nodame Cantabile è stato inoltre finalista per il nono premio Tezuka del giugno 2005, vinto da Pluto (basato su storia di Tezuka) di Naoki Urasawa. Gli altri finalisti erano Suikyou Kitan di Yoko Kondou; Danchi Tomoo di Tobira Oda; Historie di Hitoshi Iwaaki; Hyakki Yakou Shou di Ichiko Ima; Maihime (Terpsichore) di Ryouko Yamagishi; Yuunagi no Machi Sakura no Kuni di Fumiyo Kouno; REAL di Takehiko Inoue
A Nodame Cantabile sono stati dedicati una serie animata di 23 episodi (datata 2007), una seconda serie animata di 11 episodi nel 2008 e una stagione finale di 11 episodi nel 2010. Infine, un drama di grande successo (11 episodi, 2006), seguito da due film tratti dai due volumi speciali.

Storia

Primo Volume

Chiaki Shinichi è uno studente di musica al conservatorio, non uno studente qualunque però, ma senz’altro un genio musicale. Studia pianoforte da anni e sogna da sempre di poter diventare direttore d’orchestra. Figlio di un famoso pianista, Chiaki ha persino vissuto a Vienna durante la sua infanzia, coccolato dal grande direttore d’orchestra Viera sensei.
A seguito del divorzio dei suoi genitori Chiaki è costretto a tornare in Giappone e studiare musica in un comune conservatorio, mentre lui aspirerebbe alla cultura europea e alle grandi scuole di musiche viennesi e, ovviamente, alle cure del suo ammirato Viera sensei. Cosa lo imprigiona in Giappone se non la paura di volare, andare per nave, viaggiare?
Ebbene sì: Chiaki, in seguito a un atterraggio turbolento, teme l’aereo e, non sapendo nuotare, è terrorizzato dall’idea di andare per mare. Le sue stesse paure lo tengono radicato in un Giappone troppo retrogrado e si aggira per il conservatorio ammirato da tutti ma atteggiandosi a genio incompreso e disprezzando tutti, persino i professori che reputa incompetenti.
È proprio questo suo atteggiamento snob a farlo cadere dalle grazie del professor Eto (che istruisce solo i primi del corso) e a condurlo nelle mani di Tanioka sensei, il peggiore insegnante della scuola, al quale vengono rifilate solo le schiappe… come Megumi Noda, ovverosia, Nodame.
Chiaki, ormai in disgrazia, snobbato dalla sua ex Saiko che lo abbandona a bere da solo preferendogli un appuntamento con un uomo di successo come Hayakawa (anche se sembra più una salsiccia che un uomo!), si addormenta ubriaco sulla soglia di casa.
È qui che lo trova Nodame, che lo raccoglie e lo porta a casa sua (anche se in realtà casa sua è praticamente la porta accanto). Chiaki si risveglia il giorno seguente incantato dalle melodiche note di una sonata di Beethoven suonata in modo Cantabile… e circondato da immondizia.
Che una tale meraviglia musicale potesse nascere in un tale letamaio, lascia il giovane a dir poco sconvolto.
Nodame non è la persona che uno si aspetta di incontrare normalmente: ha buon orecchio musicale, ma è troppo pigra per leggere le note, cucinare, pulire casa, farsi lo shampoo, buttare l’immondizia. E questo disastro umano abita proprio accanto a Chiaki, condivide il suo stesso istruttore e inizia a perseguitarlo persino a scuola.
Dopo aver assistito all’esibizione di Nodame della ‘canzone della scorreggia’ (una canzone per bambini) in presenza di Tanioka sensei… Chiaki si accorge di essere arrivato davvero in basso. Saiko lo ha mollato, la scuola lo ha mollato, forse anche lui dovrebbe mollare tutto e lasciar perdere. Il filo dei suoi pensieri viene interrotto dall’odore nauseabondo proveniente dal balcone di Nodame e dalla fila di formiche che segue gli avanzi di zuppa colati dal suo lato del balcone.
È la goccia che fa traboccare il vaso! Chiaki si presenta a casa della ragazza e gliela ripulisce da capo a fondo, pulizia seguita dalla celebrativa “sonata delle pulizie” che gli fa realizzare come Nodame, in realtà, sia una geniale pianista… se solo si applicasse!
È così che Chiaki inizia a prendersi cura di Nodame, le pulisce casa, le fa lo shampoo, le cucina la cena e cerca di aiutarla a imparare a obbedire allo spartito e forse attraverso Nodame il ragazzo può ripulire e mettere assieme anche i pezzi della propria esistenza.
Ma una terza persona si unisce al gruppo: il violinista Nakata. Anch’egli con un grande ego si trova subito in contrasto con Chiaki (sebbene ne ammiri il genio profondamente) e si trova appaiato a Nodame come accompagnatrice per il suo esame. Nessuno dei due obbedisce alla musica ma Nodame sembra capire il suo stile e questo lo soddisfa, sebbene Chiaki sia il solo a comprendere che tra i due non c’è l’affiatamento che Nakata pensa perché in realtà i due suonano ognuno per conto proprio.
Nakata è il primo ad accorgersi che Nodame è innamorata di Chiaki. La incoraggia, cerca addirittura di aiutarla con un make over completo. Nodame continua a indossare vestiti estivi anche in inverno per sembrare più sexy, ma in realtà Chiaki è una statua di ghiaccio (o fa finta di non capire). Nodame, visto l’abbigliamento inappropriato, si ammalerà proprio per il concerto/esame di Nakata e sarà Chiaki a prendere il suo posto e, dopo un lungo discorso sulla disciplina e sul fatto che la musica non debba essere “masturbazione mentale”… gli dice semplicemente “suona come ti senti di fare, io ti seguirò”.
Iniziano così le avventure di Shinichi Chiaki alle prese con una vicina invadente e un violinista egocentrico del quale dovrà perennemente preoccuparsi e di cui non potrà più sbarazzarsi per lungo, lunghissimo tempo.

Considerazioni
Nodame Cantabile, sebbene abbia iniziato la sua serializzazione in volume nel 2002, deve il suo avvento alla ribalta grazie al premio Kodansha come migliore shoujo manga nell’anno 2004.
Poco alla volta si è conquistato una fetta sempre più larga nel cuore dei lettori giapponesi della rivista “Kiss” e la sua serializzazione si è protratta per ben 23 volumi. La sua crescente popolarità ha spinto la casa editrice americana Del Ray ad acquistarne i diritti e iniziarne la pubblicazione a cominciare dall’Aprile 2005.
Josei, e molto simile come ambientazione a Honey & Clover (ambientato però in una scuola d’arte), Nodame Cantabile è una commedia sofisticata e intelligente che decisamente si prende tutto il tempo necessario per raccontare quello che deve raccontare.
Dal disegno semplice, quasi minimalista ma molto espressivo, con tavole chiare e grande continuità narrativa, Nodame Cantabile ci presenta le avventure e disavventure di un eroe atipico quale Shinichi Chiaki è (snob, egocentrico, pieno di fobie e iracondo) alle prese con un’eroina atipica, quale Megumi Noda (distratta, impacciata, non troppo intelligente, ma diretta e sincera), con grande umorismo e chiarezza.
Fin dall’inizio dunque sappiamo benissimo chi e cosa sono i nostri personaggi principali, quali siano le loro posizioni, le loro idee, i loro sentimenti e come coerentemente debbano muoversi per portare avanti la storia.
Chiaki e Nodame non sono esseri umani esemplari o ideali… sono entrambi geni a modo loro, è vero, ma al talento si contrappone, sui piatti della bilancia, il loro pessimo carattere, le loro pessime abitudini, il loro modo di agire estremo ed esagerato… senza mai renderli antipatici però.
Difatti Chiaki, col suo ego estremo, si guadagna decisamente le simpatie del lettore quando portato a doversi confrontare con Nodame. È chiaro fin dall’inizio che il ragazzo è sfruttato come cuoco e cameriere e insegnante dalla ragazza e che lui non riesce a tirarsi indietro.
Ma allo stesso tempo come non amare Nodame che, nonostante si imponga così pesantemente nella vita del ragazzo, lo aiuta a comprendere molte cose e a smussare gli angoli della sua personalità tanto assoluta?
Una commedia sofisticata e intelligente, esilarante e umana che non va assolutamente sottovalutata né presa come il solito shoujo manga.
Nodame Cantabile ha meritato e merita tutt’ora il premio conferitogli come Miglior Shoujo 2004 da Kodansha, forse più di qualunque altro predecessore.

 

____________________________

Online since 03/07/2005, last up 04/05/2019. This is a no profit web site. All the images in this site are used to review and to promote shoujo manga in Italy. All the images are © of their respective artists and publishers, or other owners. Each review is copyright © of respective author. The comments reflect the personal opinions of the reviewers. Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.Licenza Creative Commons.Licenza Creative Commons