Chiho Saito Presenta (Koi Monogatari) di Chiho Saitou

A cura di Peter85, ES 00 (review) e Martina (info)

Titolo giapponese: Koi monogatari
Trad.: Storie d’amore
Titolo italiano: Chiho Saito presenta
Autrice: SAITOU Chiho
Categoria: Josei

:: Il manga in Giappone ::
Volumi: 14, completo
Anni di pubblicazione: 1991 – 2002
Casa editrice: Shougakukan
Collana: Flower Comics
Nota: la serie è composta da storie brevi realizzate da Chiho Saito per varie riviste dagli anni ’80 in poi. Non è escluso che in futuro escano ulteriori volumi.

:: Il manga in Italia ::
Inizio pubblicazione: Marzo 2005
Volumi: 14, completo
Casa editrice: Star Comics
Collana: Kappa Extra
Prezzo: 3,10 euro
Ritmo di serializzazione: mensile
Distribuzione: edicola e fumetteria
Senso di lettura: orientale

Storia

1° Volume

Chiho Saito Presenta: Semi di Rosa

Prefazione: il primo volume delle Koi Monogatari contiene 4 storie brevi, ognuna con una trama a sé stante e non riprende personaggi già utilizzati dalla Saito per altre sue serie. Il volumetto è stato pubblicato nel 1991 in Giappone ma alcuni dei racconti contenuti sono stati realizzati dall’autrice negli anni ’80.

Storia 1: Semi di Rosa

Shinobu e Kanako, fratello e sorella da parte di madre, dopo aver sentito un racconto dalla loro nonna, si recano a cercare dei “semi di rosa”, frutti proibiti e leggendari dal colore rossastro, che non si possono mangiare perché ricoperti di spine.
La madre dei due fratelli è morta poco tempo prima e Kanako ha spesso delle fitte al cuore che scompaiono quando viene abbracciata dal fratello Shinobu a cui è molto affezionata.

Qualche anno dopo Kanako, ormai diciannovenne, viene promessa a Miki Satoshi, un importante banchiere, dal fratello maggiore Soushi, che ha ereditato l’industria del defunto padre.
La ragazza non sembra molto contenta e pure il fratello Shinobu è contrario a questo matrimonio d’interesse. Mentre porta dei dolci alla nonna, Kanako sente, senza volerlo, i discorsi tra lei e Shinobu e scopre che suo fratello la ama.

Insicura dei propri sentimenti decide di conoscere meglio Miki, e organizza una giornata in montagna invitando anche Shinobu e una sua amica d’infanzia, con l’intento di farli innamorare per dimenticare il suo adorato fratello.
Mentre i quattro sono sulla pista da sci, Kanako rischia di essere travolta da una valanga, ma viene tempestivamente salvata da Shinobu che, dopo lo sventato incidente, nota che la sorella è in preda a una crisi di tachicardia.
Così il ragazzo, preoccupato, la stringe forte a sé, sperando che questo gesto sia ancora in grado di guarire il cuore della fanciulla.
In quel momento, anche Kanako apre gli occhi facendo chiarezza sui propri sentimenti: ama il fratello! La disperazione nel provare un sentimento tanto incestuoso la spinge ad accettare la proposta di matrimonio di Miki Satoshi!

Poco prima del matrimonio, la ragazza riceve la visita di Shinobu e della nonna, che le porta un leggendario Seme di Rosa, il frutto proibito facendoglielo assaggiare e realizzando così il desiderio della nipote.
Rimasti soli, Shinobu e Kanako fanno chiarezza sui loro sentimenti e si scambiano un ultimo bacio d’addio, ma vengono sorpresi da Miki che vuole ricattare la sua futura sposa andando a raccontare tutto al fratellastro Soushi…

Storia 2: Il mio vicino Centauros

Wakako è una giovane donna in carriera vicina di casa, nonché manager di Masao, il vocalist di una rock band chiamata “Centauros”.
I due hanno caratteri totalmente opposti: Wakako detesta il tipo d’uomo “rocker, capellone e donnaiolo”, chiara descrizione di Masao, mentre quest’ultimo non sopporta il tipo di donna incarnato dalla sua manager, “Intelligente, fredda e amante dei cani”. La giovane donna, infatti, ha con sé un cane chiamato Lassie che, oltre al nome, ha in comune con il suo famoso omonimo anche l’aspetto.

Un giorno Wakako irrompe nell’appartamento di Masao sorprendendolo in intimità con una famosa modella. I due, infastiditi dall’irruzione della fredda manager, senza mezzi termini la “invitano” a uscire.
Immediatamente Wakako, grazie all’aiuto del suo fedele amico a 4 zampe, scova nell’armadio un’altra donna.
Entrambe le “amanti” si arrabbiano con il rocker e, dopo avergli tirato un ceffone, escono da casa.
Una delle due però dimentica nell’appartamento di Masao la sua cagnolina e Wakako esce per riportargliela, lasciando soli il suo Lassie e la giovane rockstar.
Al suo ritorno però fa una strana e sconvolgente scoperta: le personalità di Lassie e di Masao si sono invertite!

Scioccata dall’avvenimento Wakako sviene e si risveglia il mattino seguente con Masao (che ha assunto comportamenti canini) sopra di lei, in una posizione equivoca. Nel frattempo entra la modella “ex-fiamma” del rocker recatasi lì per riconsegnare le chiavi di casa e fraintende tutto, pensando che il suo ex innamorato se la spassi con la propria manager!
La donna, per vendetta, rivela tutto ai giornalisti e la notizia fa scandalo al tal punto che il direttore musicale pensa di licenziare Masao e di dare ai Centauros un nuovo vocalist. Sorprendentemente però, Wakako parla in sua difesa, pregandolo di non licenziarlo e sostenendo che abbia una voce unica!
Che stia nascendo qualcosa tra i due? Il direttore acconsente a condizione che il cantante partecipi al programma previsto per la sera stessa. La giovane manager è in panico: come può Masao partecipare al concerto con le sembianze di un cane?

Storia 3: Check In!

Shinjuku, quartiere commerciale di Tokyo. A tarda notte un gruppo di dipendenti della Tigers Mansion stanno brindando a Nakano, un loro collega che da poco ha ricevuto una promozione. Momoko però, una ragazza segretaria dell’impresa, non è molto interessata al festeggiamento. È infatti in attesa dell’arrivo di Kawahara, il suo capo, che non è ben visto dai suoi dipendenti perché ritenuto cinico, freddo e con un unico scopo: quello di fare carriera.
Momoko è innamorata del suo capo e, sentendo parlar male i suoi amici dell’uomo che ama ed essendo un po’ ubriaca, lo difende a spada tratta. Kawahara però è fermo sul ciglio della porta e ha ascoltato tutto il discorso della ragazza, tremendamente imbarazzata.

A fine festa i due ragazzi rimangono soli e decidono di percorrere in tram un tratto di strada insieme. Durante il viaggio però, complice l’alcool, si addormentano e si risvegliano solo dopo esser arrivati al capolinea. È tardi, i mezzi sono fuori uso, nevica. Così prendono la decisione di dormire in un albergo e la ragazza deve telefonare a casa per non far preoccupare la sorella. Essendosi appena trasferita non ricorda bene il suo numero di casa e rimane stupita quando a comporglielo è il suo capo… per quale motivo ricorda quel numero? Che ci sia qualche interesse? Sono questi i pensieri che iniziano a fluttuare nella sua mente.

Dopo qualche minuto i due fanno il check-in in un Love Hotel, perché più economico. La ragazza è imbarazzata, perché in questo modo deve dormire nello stesso letto con Kawahara! Eppure qualcosa va storto. Per colpa della freddezza di quest’ultimo, i due litigano e decidono di dormire divisi: lei nel letto e lui nel bagno…

Storia 4: Il Mistero dell’ascaride!*
*l’ascaride è un verme parassita interno

Shiori è una studentessa universitaria della facoltà di archeologia che sta partecipando agli scavi per il ritrovamento di un’antica necropoli.
All’interno dello staff, oltre alle sue compagne, c’è anche un bel ragazzo, Yukitaka che è il suo fidanzato. A dirla tutta, Shiori ha deciso di partecipare agli scavi proprio per potergli stare vicino e i due, approfittando dell’assenza degli altri membri dello staff andati in vacanza, decidono di passare la notte insieme.
Shiori è preoccupata per la sua prima volta, vorrebbe che tutto fosse perfetto. Camminando tra gli scavi con questi pensieri nella mente, inciampa in un reperto che accidentalmente si rompe e dal suo interno la ragazza vede uscire un ascaride color argento.

La notte, come programmato, i due ragazzi fanno l’amore, ma Shiori, dopo averlo fatto, si sente strana… ha la nausea ed è presa da un caldo insostenibile. Lo stesso caldo lo sente anche Yukitaka, che sembra quasi stia impazzendo… ma la ragazza rimane sconvolta quando vede qualcosa uscire dalla pancia del suo ragazzo, qualcosa simile a un verme o un serpente. Impaurita, Shiori corre a chiamare aiuto e incontra le sue amiche che non notano nulla di anormale…”dev’essere stata un’allucinazione”, pensa la ragazza.

Qualche giorno dopo entra a far parte dello staff uno studente del quarto anno, Takuma Fuji, che alloggerà nella stessa stanza di Yukitaka. Parlando, quest’ultimo viene a sapere che Fuji è interessato a Shiori e, ingelosito, corre dalla sua ragazza, che però pare rivivere gli stessi momenti di quella notte: vede ancora un verme uscire dalla pancia di Yukitaka e cerca di scappare, incappando in Fuji.
La gelosia di Yukitaka è però inarrestabile… accecato dalla rabbia colpisce alla testa il suo compagno di camera e prende Shiori con la forza per costringerla a passare la notte con lui. Shiori è spaventata… sia dal ventre del suo ragazzo che da quello delle sue compagne vede uscire questi “mostri”.
Fortunatamente riesce a scappare e chiede aiuto a Fuji, appena risvegliatosi dopo il colpo preso in testa. La ragazza con lui si sente protetta e al sicuro.

Considerazioni
Chiho Saito presenta è una raccolta di storie brevi che ha come comune denominatore l’Amore (come suggerisce il titolo originale, “Koi Monogatari”, storie d’amore).
È molto difficile fare una considerazione dell’opera totale visto che le storie trattate sono più di quaranta e sono tutte molto diverse tra loro, per tematiche e data di pubblicazione. È da segnalare che alcune storie possono occupare un intero volumetto o anche più.
Il fatto che le storie siano brevi può essere considerato un pregio per coloro che amano racconti non troppo lunghi e che preferiscono arrivare dritti al nocciolo della questione; contrariamente può essere considerato un difetto per chi non riesce a “entrare” nel vivo della storia soltanto con una sessantina di pagine.

La psicologia dei personaggi non è particolarmente approfondita ma scaturisce dalle azioni che essi compiono.
A ogni modo il loro carattere è vario così come il loro modo di pensare e di vedere l’amore: tra le protagoniste femminili possiamo trovare ragazze o giovani donne che sognano un’appassionata lovestory o dal carattere freddo e cinico pronte a tutto pur di realizzare i propri sogni; altre che vivono coraggiosamente affrontando i problemi della vita da sole.
La differenziazione è presente anche nei personaggi maschili: troviamo, infatti, uomini coraggiosi pronti a difendere la propria amata da ogni pericolo o che pensano solo alla propria carriera spezzando il cuore della fanciulla di turno; altri freddi e distaccati, addirittura meschini e “donnaioli”.

I disegni sono relativi alla data di pubblicazione della storia: quelle più datate hanno un tratto un po’ acerbo, molto simile a quello di Valzer in Bianco.
Quelle più recenti (la maggior parte) hanno un tratto che si avvicina molto a quello già visto in Kanon e Utena per poi raggiungere livelli anche superiori.
Tutto sommato anche se il tratto dell’esordio non è bellissimo e curato come quello attuale, rimane molto gradevole.

Tra le storie brevi presenti nella raccolta ce ne sono alcune che trattano le vicende di personaggi già utilizzati dalla Saitou per altre opere. Nell’ottavo volume, per esempio, la storia “Tuberose Serenade” va a completare la saga di Valzer in Bianco e Valzer delle Magnolie, raccontando la costanza di Koto nel curare il morente Masaomi, trascorrendo le loro ultime giornate insieme; il decimo volumetto invece narra l’amore impossibile dei fratelli Borgia, Cesare e Lucrezia, già conosciuti dai lettori de La Madonna della Ghirlanda.

Consigliamo caldamente la lettura a tutti coloro che hanno già apprezzato l’autrice nelle sue opere precedentemente pubblicate e a coloro che, sebbene non abbiano letto ancora nulla di questa bravissima autrice, sono in grado di percepire i sentimenti e le emozioni anche se raccontate in poche pagine.
Qualche riserva invece per chi è stato deluso dalle precedenti opere della Saitou e per chi preferisce storie articolate e dislocate su un maggior numero di pagine o volumetti.

A ogni modo, in queste Koi monogatari, l’autrice si mantiene come al solito ad alti livelli, utilizzando tecniche narrative a lei molto congeniali, una fra tutte il colpo di scena.
Le storie d’amore della Saitou sono delle piccole perle: racconti brevi ma di una bellezza e intensità rara che mostrano volumetto per volumetto l’evoluzione artistica, stilistica e narrativa dell’autrice e che regalano sempre nuove emozioni e tanto romanticismo, analizzando tutti gli aspetti che l’amore può assumere.

 

____________________________

Online since 29/05/2005, last up 09/05/2019. This is a no profit web site. All the images in this site are used to review and to promote shoujo manga in Italy. All the images are © of their respective artists and publishers, or other owners. Each review is copyright © of respective author. The comments reflect the personal opinions of the reviewers. Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.Licenza Creative Commons.Licenza Creative Commons