Sugar Sugar Rune di Moyoco Anno


A cura di Martina

Titolo: Sugar Sugar Rune
Autrice: ANNO Moyoco
Categoria: Shoujo

:: Il manga in Giappone ::
Numero di volumi: 8, concluso
Anni di pubblicazione: 2003 – 2007
Casa editrice: Kodansha
Collana: KCDX
Rivista di serializzazione: Nakayoshi

:: Il manga in Italia ::
Numero di volumi: 8, , concluso
Inizio pubblicazione: Novembre 2008
Casa editrice: Star Comics
Prezzo: 3.50 E

:: Curiosità ::
Sugar Sugar Rune ha vinto il premio Kodansha come miglior shoujo manga del 2004.

:: L’anime ::
Titolo italiano: Sugar Sugar
Anni di produzione: 2005-2006
Trasmesso in Italia nel: 2008
Numero di episodi: 51
Regia: Yukihiro Matsushita
Character design: Noriko Otake
Produzione: Studio Pierrot
Emittente: TV Tokyo

:: Merchandising ::
Al momento sono usciti un videogioco Bandai per PlayStation 2, un CD musicale, card, bambole, giochi e diversi gadget.

Storia

1° Volume: Capitolo 1

Due giovani streghe, Chocolat e Vanilla, stanno arrivando nel mondo umano attraverso uno spaventoso calderone di magma.
In quel momento, sulla Terra, un ragazzino di nome Akira sta osservando le costellazioni al telescopio assieme a Hiroshi, il suo cagnolino. Immaginate la sua sorpresa quando, in lontananza, vede precipitare dal cielo due ragazzine con tanto di svolazzante mantello nero!

Ad accogliere le giovani streghe c’è un ragazzo affascinante con un boa di piume nere al collo: Rockin’ Robin, il loro insegnante. Chocolat e Vanilla sono infatti le nuove candidate al regno della magia, e la loro missione e’ conquistare i cuori delle persone. Essi servono per formare un cristallo con il quale potranno ottenere dei nuovi strumenti magici: chi ne raccoglierà di più diventerà la regina del mondo della magia.
Una volta rimaste sole nella strana abitazione di Robin, che le ospiterà durante il loro soggiorno sulla Terra, Vanilla e Chocolat esprimono le loro perplessità. Vanilla rassicura l’amica dicendole che le cose andranno bene per lei, visto che Chocolat era molto popolare nel loro mondo. Chocolat è preoccupata poiché dovrà competere con Vanilla, perciò scambia una promessa con lei: chiunque sarà la vincitrice, loro due rimarranno sempre amiche.

È il primo giorno di scuola per le giovani streghe, che frequenteranno un normale istituto giapponese.
Robin, che nel mondo umano è un celebre cantante in stile glam-rock, si presenta alle insegnanti come il tutore di Chocolat e Vanilla, spiegando che le due sono studentesse che partecipano a uno scambio scolastico.
Robin usa le tre insegnanti (tutte sue ammiratrici) per mostrare a Chocolat e Vanilla la tecnica per conquistare il cuore degli umani, che appare come un cristallo colorato e sfavillante.

Chocolat e Vanilla vengono assegnate a due classi diverse, e se il carattere forte e vivace di Chocolat non fa colpo sui nuovi compagni, la timidezza di Vanilla sembra piacere molto. Infatti al termine delle lezioni nella classe di Vanilla c’erano molti cuori che brillavano per lei, mentre non ce n’era neanche uno nella classe di Chocolat!
È mai possibile che il mondo umano e quello della magia funzionino all’opposto? Sono forse le ragazze docili a essere popolari tra gli esseri umani?

Fuori dalla classe, Chocolat si accorge che un compagno la sta fissando in modo rude… si tratta di Akira, il ragazzo che a loro insaputa aveva visto il loro arrivo sulla Terra.
Chocolat si accorge che nel petto di Akira c’è un piccolo cuore giallo che brilla, e non esita a catturarlo con la magia. Ma prima di riuscire a inserirlo nel ciondolo che porta al collo, Akira le chiede se è lei quella che ha visto ieri sera, e per la sorpresa il cuore di cristallo cade dalle mani di Chocolat. Il ragazzo se ne impossessa e con uno sguardo serio le chiede se lei e l’altra nuova arrivata sono delle aliene. Chocolat promette di rispondere solo se lui le restituisce il cuore, ma Akira rifiuta e scappa, seguito dalla giovane strega.
Nella fretta, il cristallo sfugge di mano ad Akira… e finisce nelle mani di un ragazzo misterioso e attraente.

Capitolo 2

Il ragazzo misterioso (il cui nome, come si saprà poi, è Pierre) assomiglia a un ritratto di Warlock, il Signore del Ghiaccio e della Neve, che Chocolat aveva visto nel castello del regno della magia. Con freddezza, il giovane le restituisce il cristallo e la critica per le sue cattive maniere…

Più tardi Robin spiega alle due giovani streghe che i cuori di cristallo variano a seconda del tipo e dell’intensità dei sentimenti. Quelli rossi rappresentano un amore appassionato, quelli rosa un amore dolce; il viola rappresenta il desiderio sessuale e quello giallo rappresenta l’inimicizia. Inoltre, a ogni tipo di cuore corrisponde un punteggio particolare.

Solo in una casa buia, il ragazzo misterioso parla con un gatto nero e dice di essere stato stupido a preoccuparsi: non verrà sconfitto.

Vanilla sta passeggiando al parco quando si imbatte in Akira, il cui cagnolino finisce per farla cadere in una pozzanghera di fango. Mentre il giovane si avvicina per aiutarla, Vanilla si accorge che il suo cuore sta brillando. Timidamente, pronuncia la formula magica e riesce a catturare il suo primo cuore! È arancione e rappresenta l’affetto.

All’entrata di scuola, Chocolat e Vanilla notano un gruppetto di compagne che sta osservando il ragazzo misterioso che aveva restituito a Chocolat il cuore giallo. Le ragazze spiegano che lui è il principe Pierre, capoclasse e manager dei club di tennis e scherma.

Chocolat pensa che Pierre sia il ragazzo con il cuore che fa al caso suo, e si accorge di essere attratta da lui.
Più tardi, Vanilla nota con stupore che il cuore di Chocolat brilla di un arancione intenso…

Capitolo 3

Com’è possibile che una strega provi amore come gli umani? Spaventate per le possibili conseguenze, Chocolat e Vanilla decidono di tenere segreta quella scoperta.
Lì vicino, nel cortile della scuola, un ragazzo sta fotografando di nascosto Vanilla e Chocolat, ma viene subito scoperto dalle due. Si tratta di Nishitani, un compagno di Chocolat che frequenta il club di giornalismo… e sta cercando di dimostrare la natura aliena delle nuove arrivate! Il ragazzo, intimidito, scappa via, ma Vanilla si accorge che il suo cuore è arancione!
Nishitani raggiunge Akira nella stanza del club di giornalismo e rimprovera l’amico: come gli è venuta l’idea che Chocolat sia un’aliena? Chocolat è una ragazza molto carina!

Il giorno dopo Nishitani chiede a Chocolat di incontrarlo durante la pausa pranzo, per raccogliere informazioni su di lei. Chocolat accetta: è un’ottima occasione per catturare il cuore del ragazzo!
Poco dopo le si avvicina Akira per chiederle che cos’ha fatto a Nishitani il giorno prima, dato si è preso una cotta per lei e si comporta in modo strano.
Nishitani sente le parole di Akira e, imbarazzatissimo per le rivelazioni del compagno, dichiara conclusa la loro amicizia.

Nishitani sta intervistando Chocolat in biblioteca e Pierre entra nella stanza proprio quando Nishitani le chiede qual è il suo ragazzo ideale. A causa dell’imbarazzo e del nervosismo Chocolat lascia la biblioteca in tutta fretta, dimenticandosi anche di catturare il cuore di Nishitani.

Il giorno dopo il club di giornalismo è in subbuglio perché Nishitani ha scritto un articolo su Chocolat senza chiedere il consenso degli altri membri, rischiando così l’esclusione dal club.
Appena Chocolat si accorge che il cuore di Nishitani è diventato rosa, pronuncia la formula magica per catturarlo. Poco dopo, il ragazzo, spaesato, non ricorda più cosa sia successo.

Capitolo 4

Le compagne di Chocolat stanno organizzando una festa per il Natale e decidono di coinvolgere anche lei, visto che sembra conoscere Pierre. Chocolat accetta di organizzare la festa a casa propria (ovvero, a casa di Robin).

Vanilla si lamenta con Chocolat poiché le loro stanze sono in disordine e nel mondo umano non possono riordinare tutto con una semplice formula magica.
Più tardi, Robin mostra loro un catalogo per ordinare oggetti magici, che potranno essere acquistati grazie al punteggio dei cuori catturati.
Chocolat decide di catturare un altro cuore rosa, così potrà ottenere un panno per pulire e una bacchetta magica.

Per strada, Robin si incontra con un uomo misterioso, al quale chiede se ha finito di lavorare a una bacchetta magica. L’altro risponde che non è ancora pronta…

A scuola, Chocolat chiede a un compagno di nome Morita quale sia la sua ragazza ideale. Il ragazzo risponde in modo reticente, eppure appare immediatamente il suo cuore, che Chocolat cattura immediatamente…. Peccato che sia un altro cuore giallo!

Akira è felice che quest’anno il party di Natale sarà a casa di Chocolat, così potrà dimostrare a tutti che lei è un’aliena.
Più tardi un paio di ragazze si avvicinano a Chocolat per chiederle se lei è amica di Morita, dato che una delle due, Mayu, è innamorata di lui ma non ha il coraggio di avvicinarlo. Chocolat allora le promette che al party farà in modo che Mayu possa conoscerlo.

Alla fine, Chocolat si trova a dover pulire la casa con le sue forze, dato che ha deciso usare i punti dei cuori per acquistare un’altra magia.

Il giorno del party, come promesso, Chocolat fa in modo che Mayu e Morita si conoscano e rivelino l’amore che provano l’uno per l’altra.
Con la magia che ha acquistato, Chocolat fa cadere la neve attorno ai due giovani… Osservano la scena, pensa: “La neve brilla così radiosa per via dei loro cuori. Quando sarò con la persona che mi piace, vorrei che fosse esattamente così…”

Vicino a lei, un allarmato Akira si chiede se Chocolat abbia appena usato un’arma aliena…

Considerazioni
Moyoco Anno è una delle autrici d’avanguarda più famose e apprezzate nel panorama nipponico, e con quest’opera ha dato ulteriore prova della sua poliedricità. Dopo aver realizzato ladies’ comics e seinen manga, con Sugar Sugar Rune Anno sensei si cimenta con i manga per giovani ragazze: l’esperimento finora è pienamente riuscito.

Sugar Sugar Rune è un majokko in piena regola, tra formule magiche e animali carini che fanno da mascotte. E allora, ci si può chiedere, che cosa lo rende degno di nota fra le centinaia di manga dello stesso genere?

Innanzitutto, è da segnalare per la cura dei dettagli e delle ambientazioni. Sia nel mondo della magia che quello umano troviamo un’atmosfera che ricorda la vecchia Europa o le illustrazioni di fiabe occidentali. Non c’è dubbio che, in quanto ad atmosfera e paesaggi, “Sugar Sugar Rune” sia stato influenzato dalla popolarità di Harry Potter.
Il look di molti personaggi è ispirato allo stile anni ’60 e ’70, sia per quanto riguarda abiti che acconciature.
Tra le figure maschili spiccano Robin e Pierre, il cui fascino ricorda molto quello dei personaggi di Ai Yazawa, specialmente quelli apparsi in Paradise Kiss.
I disegni di Moyoco Anno sono migliorati dai tempi del best-seller Happy Mania, le tavole sono ricche di elementi, ed è notevole l’espressività dei volti.

La storia, che in un riassunto può apparire noiosa, viene narrata con il giusto ritmo e mantiene vivo l’interesse del lettore. Non è un’arida ripetizione di eventi e trasformazioni che devono portare alla tipica scena di magia o combattimento.
Al centro della trama ci sono invece i personaggi, tutti ben delineati e interessanti. L’autrice mette in risalto i loro sentimenti e così affronta temi come amore e amicizia senza la superficialità che troviamo in opere dello stesso genere.

Sugar Sugar Rune non è certo un titolo che affronta temi difficili o che analizza in profondità l’animo umano, ma è un manga davvero piacevole da consigliare anche a chi di norma non apprezza le serie majokko.

 

____________________________

Online since 23/01/2005 , last up 15/06/2019. This is a no profit web site. All the images in this site are used to review and to promote shoujo manga in Italy. All the images are © of their respective artists and publishers, or other owners. Each review is copyright © of respective author. The comments reflect the personal opinions of the reviewers. Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.Licenza Creative Commons.Licenza Creative Commons