Koakuma Cafe di Aya Oda

A cura di Lajla (testi) ed Emy (info e grafica)

Titolo originale: Koakuma Cafe
Tradotto: Cafe Piccolo demonio
Autrice: ODA Aya
Categoria: Shoujo

:: Il manga in Giappone ::
Anno di prima pubblicazione: 2006
Casa editrice: Shougakukan
Volumi: 4, concluso
Rivista di serializzazione: Sho-comi

:: Il manga in Italia ::
Anno di prima pubblicazione: 2008
Casa editrice: Star Comics
Volumi: 4, concluso
Prezzo: 4.20 E

Storia

Primo capitolo

Chi dice che i gatti neri portino sfortuna? Di certo questo non è accaduto alla nostra Sakura Ariyoshi, che dopo aver incrociato un gatto nero e averlo seguito incontra un giovane e bellissimo ragazzo.
Per rincontrarlo Sakura decide di pedinare (forse meglio dire inseguire!) il gatto che già prima le aveva portato tanta fortuna, così da trovarsi di fronte a un caffè da dove esce il bel ragazzo della stessa mattina vestito da cameriere. Sakura non ci pensa due volte e gli si butta letteralmente addosso. Tuttavia non sapendo come scusarsi vede di sott’occhio l’annuncio del caffè per cercare personale, e così decide di proporsi. Unico inconveniente? Si accettano solo maschi. Cosa fare quindi? Dire di essere un ragazzo. naturalmente! Ma la cosa non funziona, Sakura ha un aspetto troppo femminile: nonostante ciò il ragazzo, il cui nome scopriamo essere Chika Tennouji, accetta la proposta meravigliato dalla volontà d’animo della protagonista.
Sakura inizia così a lavorare presso il bar, ma si accorge che il suo bell’angelo altro non è che un diavoletto travestito: le parole dolci che le sussurra ogni tanto durante un servizio e l’altro, non sono che frasi convenzionali rivolte a tutte le clienti. Chika stesso le dice che doveva essere lei ad averlo frainteso e che lui da sempre è un cattivo ragazzo, ma per farla contenta e quasi per ripagarla del lavoro svolto decide di darle un bacio. La nostra protagonista, presa forse da un attacco di orgoglio e paura, lo rifiuta malamente. Uscendo dal locale, Sakura si rimprovera della propria stupidità, non accorgendosi di attraversare la strada imprudentemente: un camion rischia di investirla, se non che Chika la sposta verso il marciapiede, prima rimproverandola e poi abbracciandola. Sakura capisce quindi che il ragazzo non è in realtà quello che dice, e che ha un animo gentile: decide così di restare a lavorare per lui dicendogli che è un ragazzo molto tenero… nello stesso tempo gli confessa il suo amore.
Inizia così per Sakura un’intensa vita lavorativa presso un caffè per sole donne, mentre la storia complicata dei due ragazzi si deve districare tra l’incompetenza di Sakura, la gelosia delle clienti e l’incontro con un misterioso e bellissimo fan di Sakura…

Considerazioni

LE RAGIONI DEL SI’ (a cura di Lajla)

Il manga è di facile lettura, scorrevole… fin troppo, forse! Si può dire che la storia non sia proprio unica e originale; se si deve scegliere un manga per la grafica, Koakuma cafe non è brillante sotto questo aspetto. Anche se le tavole sono abbastanza pulite, molte volte le scene si accavallano tra di loro dando a un primo approccio un senso di smarrimento, per poi assestarsi verso un ritmo veloce. È importante notare la quasi mancanza di sfondi in molte delle scene: è vero che talvolta si è soliti abolire la scenografia, ma lo sfondo è utile per ricordarci il contesto e non perdere il senso dello “spazio”.
Se personalmente dovessi scegliere questo manga, lo sceglierei proprio per la semplicità e la progressiva evoluzione della storia. Di questi tempi è facile trovare manga con storie molto complicate e intrecciate, tanto che è altrettanto facile perderne il filo. Koakuma cafe invece mi è parso un manga molto lineare e gli ostacoli si presentano uno per volta, senza far accavallare dettagli, soluzioni e quant’altro. Inoltre la caratterizzazione dei personaggi è molto carina: Chika è un ragazzo solare e molto socievole e seducente (soprattutto con le clienti), tanto quanto sembra in alcuni momenti cupo e angosciato; Sakura invece è così come appare: una ragazza solare e molto impulsiva. Si può dire che una storia semplice come questa potrebbe veramente capitare a chiunque.

LE RAGIONI DEL NO (a cura di Emy)

Ciò che colpisce (sfavorevolmente) di Koakuma Cafe è il carattere totalmente aleatorio delle situazioni in cui si vengono a trovare i personaggi. Premesso che questo non è un manga sul travestimento, ma una più banale commedia (?) sentimentale, è da precisare che non soltanto l’opera appare priva di qualsiasi contesto non relativo alla storia d’amore dei due protagonisti, ma gli stessi protagonisti agiscono in base a impulsi dalla dinamica ignota.
E certo “il cuore ha le sue ragioni che la ragione non conosce” -direbbe qualcuno-, ma… a guardare la protagonista Sakura che professa di amare “fino alla morte” un tizio che ha conosciuto da uno o due giorni… ci si chiede se poi il cuore c’entri qualcosa, o se a muovere l’intera storia non sia semplicemente l’ormone vivace della fanciulla. Qualche idea non banale –il problema della fiducia della coppia, minata dall’improvviso ritorno di un barlume di ragione in Sakura – purtroppo non basta a risollevare il tutto da una piatta mediocrità.
In conclusione: meglio volgersi altrove o attendere una congiunzione astrale più favorevole per poter leggere di storie solide e personaggi credibili –che siano di intrattenimento o meno.

 

__________________________
Online since 14/06/2008, last up 10/07/2019. This is a no profit web site. All the images in this site are used to review and to promote shoujo manga in Italy. All the images are © of their respective artists and publishers, or other owners. Each review is copyright © of respective author. The comments reflect the personal opinions of the reviewers. Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.Licenza Creative Commons.Licenza Creative Commons