Youko Shouji

SHOUJI Youko 庄司陽子

A cura di Emy

Nata il 4 Giugno 1950, la Shouji esordisce nel 1969 con Umi to Rukokku-chan su “Shoujo Friend”: in breve tempo diviene popolare come autrice di commedie, anche a sfondo sportivo. Ma in patria è diventata famosa soprattutto grazie a quella che è considerata la sua opera fondamentale: Seito Shokun! (Attenzione, Studenti!), una storia incentrata sull’amicizia di un gruppo di sei amici. A motivo del gran successo, questo shoujo nel 1986 venne trasposto in uno special animato, mentre nel 1984 ne era già stato realizzato un telefilm. La Shouji diventa negli anni Ottanta una delle autrici di punta della Kodansha: la sua specialità sono le commedie “di formazione”, ma in seguito firmerà anche thriller e mistery (Epitaph, Pulse-Myaku, Saint Adams, quest’ ultimo vede tre protagonisti maschili destreggiarsi nel mondo dell’alta società), arrivando a disegnare opere dall’atmosfera cupa e disturbante. La Shouji durante la sua attività ha prodotto anche numerose storie brevi, raccolte in varie antologie (Shouji Youko Kessakusen, ben tredici volumi!): uno di questi racconti è giunto anche in Italia nel corso degli anni Ottanta, pubblicato sul settimanale “Candy Candy”, col titolo Una rosa, un amore. In Italia la Kappa Edizioni ha pubblicato nel 2007 un seinen di quest’autrice: G.I.D, manga in due volumi che affronta il tema della transessualità. Nel 2003 in Giappone parte la serializzazione del josei Seito Shokun! – Kyoushihen, sequel di Seito Shokun!, che l’autrice completa diversi anni dopo, con ben 25 volumi, e nel 2011 l’ulteriore sequel Seito Shokun! – Saishuushou Tabidachi, in 30 volumi.

Opere

Ci troviamo di fronte a un’autrice *molto* prolifica, e quello che segue è solo un misero frammento, paragonato alla vastità della sua produzione.

HEY! CATHY (Id.)
Kodansha, 1975, 3 volumi.
Qui si narra la storia di Cassie, una vivace adolescente di Boston il cui sogno è viaggiare per il mondo con Pink, il cane cui è affezionatissima. Di Cassie è innamorato il giovane Teddy, ma la ragazza è troppo immatura per accettare e ricambiare i suoi sentimenti. Solamente la morte di Pink le farà comprendere l’importanza del suo rapporto col ragazzo, che le rimane premurosamente accanto nel momento più difficile.

 

SEITO SHOKUN! (Attenzione Studenti!)
Kodansha, 1978-1985, 24 volumi più uno fuori serie.
È l’opera che ha reso famosa la Shouji, consacrandola maestra della commedia di formazione. La giovane Kitashiro Naoko (Nakki) si trasferisce in una nuova scuola e trova nuovi amici: Iwasaki, Konishi, Satsukino, Tamura e Okita; insieme si sosterranno nell’affrontare le prove che la vita riserva loro. Al 2003 risale il primo sequel, che conta altri 25 volumi. A questa serie, cui è stato dedicato un drama e uno special animato, la Kodansha ha dedicato anche un artbook di illustrazioni.

 

 

I’S (Id.)
Kodansha,1996-1998, 3 volumi.
Serializzato su “Be Love” nel 1996, è uno degli ultimi lavori di questa autrice. I’s è un manga cupo, dai risvolti allucinanti, la cui trama è qui rielaborata, dietro autorizzazione, dal testo presente nel sito “S-Cafe”. La storia ruota attorno all’undicenne Yui, la cui madre si risposa con Okuda, a sua volta padre di un ragazzino, Ken. In questa occasione Yui si illude di potere così avere una famiglia completa, con un padre e un fratello premurosi. Invece tutto muta in un incubo quando Okuda la violenta, una notte che sua madre è fuori casa. Yui ha 11 anni, o poco più: incapace di far fronte all’evento, sviluppa una nuova personalità di nome Mayu, che emerge per prendere il posto di Yui ogni volta che Okuda sta per abusare di lei sessualmente. Mayu è una versione di Yui all’età di 7 anni: in cambio della relazione segreta, chiede al patrigno “cose carine” come orsacchiotti o una stanza nuova. Ben presto la madre e il fratellastro di Yui capiscono quel che sta accadendo: mentre la madre, shockata, crede che sua figlia sia una sgualdrina (…), il fratellastro, Ken, capisce che ha bisogno di aiuto, ma non sa come offrirglielo, poiché ha solo 3 anni più di lei. Yui rimane incinta all’età di 12 anni e ha un aborto, in seguito al quale sviluppa una nuova personalità: Yu, un ragazzo di 18 anni che cerca di proteggere Yui, sopprimendo Mayu e tenendo lontano Okuda. Si apre così una parentesi di pace. Fino a quando due nuove personalità s’impossessano di Yui: Mae e Kyoto…. gli eventi precipitano, ma la Shouji sembra nel finale voler aprire uno spiraglio di luce, rendendo consapevole Yui dei suoi problemi e dandole la possibilità di ricominciare da capo.

G.I.D. Gender Identity Disorder (Id.)
Kodansha, 2006, 2 volumi.
Edito in Italia da Kappa Edizioni nel 2007. Seinen (serializzato su “Morning”).
Vera rarità all’interno del panorama manga novel. G.I.D., ovvero Gender Identity Disorder, affronta con delicatezza e coraggio il tema della transessualità di una giovane donna che lotta tutta la sua vita per cambiare sesso e vivere finalmente un’esistenza dignitosa e serena. Il tema dell’identità viene affiancato a quello della discriminazione sociale che considera un FTM (female to man) un semplice disadattato o, nella peggiore delle ipotesi, un mostro da annullare a tutti i costi. Questa miniserie mostra come sia possibile travalicare ogni confine tra sesso e identità, anticipando trasformazioni e metamorfosi divenute parte integrante del nostro immaginario (trama da casa editrice).

Gallery

Shishunki, 1975

Seito Shokun, 1978

Una rosa un amore

 

______________________
Online since 04/11/2001, last up 09/08/2019. This is a no profit web site. All the images in this site are used to review and to promote shoujo manga in Italy. All the images are © of their respective artists and publishers, or other owners. Each review is copyright © of respective author. The comments reflect the personal opinions of the reviewers. Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.Licenza Creative Commons.Licenza Creative Commons