Honey di Amu Meguru

A cura di Emy

Titolo originale: Honey
Autrice: Meguru Amu
Categoria: Shoujo

:: Il manga in Giappone ::
Numero di tankoubon: 8, completo
Anni di pubblicazione: 2012
Casa editrice: Shueisha
Rivista di serializzazione: Bessatsu Margaret

:: Il manga in Italia ::
Casa editrice: Star Comics
Numero di volumi: 8, completo 
Inizio pubblicazione: 2017
Senso di lettura: orientale, 4.30 Euro

:: Il film ::
Data di proiezione in Giappone: 2018
Titolo: Honey
Diretto da: Koji Shintoku
Scritto da: Amu Meguro (manga), Junpei Yamaoka
Durata: 105 minuti
Cast: Sho Hirano, Yuna Taira

Storia
La vita di Nao, studentessa delle superiori, riceve uno scossone il giorno in cui Onise, un tipo dall’aria non proprio rassicurante, le si avvicina e le chiede improvvisamente di mettersi con lui, prospettandole addirittura un futuro matrimonio! Più impaurita che interessata, la ragazza finisce per rispondere… di sì! Come si evolverà la situazione?!

Il primo incontro tra Nao e Onise era avvenuto ai tempi delle scuole medie. Era un giorno di pioggia quando lei, camminando per strada, lo vide accasciato a terra e, spaventata, gli lasciò un ombrello e dei cerotti prima di darsela a gambe… Non avrebbe mai immaginato che, ritrovandoselo davanti alle superiori, invece di temute ritorsioni lui le avrebbe fatto un’assurda dichiarazione d’amore! (Trama da casa editrice)

Considerazioni
Honey, cioè Miele. Dolce, morbido, avvolgente.
Il manga mantiene quello che promette il titolo: i personaggi sono di quanto più tenero e puccioso possa esistere, sia dal punto di vista grafico che del contenuto. Il tratto è morbido, privilegia le linee tonde e un’impaginazione al servizio dei climax emotivi, con i primi piani dei personaggi che si illuminano in un sorriso o si sciolgono in lacrime. Ci sono pochi sfondi, giusto quelli essenziali ma, essendo la vicenda giocata sui sentimenti, non se ne sente troppo la mancanza. I personaggi pure sono deliziosi, sembra quasi che facciano a gara su chi vinca l’altro in dolcezza, tenerezza e sincerità. Forse il più interessante è Onise, il delinquente dal cuore di panna che viene “salvato” in un giorno di pioggia da un gesto gentile di Nao. Ma il mio preferito è Sosuke, lo zio di Nao, che si è sacrificato per allevare la nipote dopo la morte dei genitori, avvenuta a causa di un incidente. La riflessione sulla famiglia è in effetti ciò che contraddistingue questo shoujo manga da mille altri: Nao è diventata orfana e questo l’ha resa insicura e fragile. Grazie al sostegno dello zio e di Onise acquista la sicurezza necessaria per costruire un’autostima degna di questo nome.
Il film live tratto dal manga sfrutta e accentua questa tematica in modo molto intelligente, riuscendo piacevole anche per chi di shoujo manga in fondo non si interessa. Nel film il rapporto tra Nao e lo zio è più approfondito, i personaggi acquistano maggiore spessore rispetto alla controparte cartacea anche perché molti avvenimenti che si ripetono nel manga (i soliti rivali e triangoli e quadrilateri) sono meno presenti.
Nel complesso Honey è una lettura indicata per i più giovani (lo avessi letto da adolescente lo avrei adorato) o in generale per chi è in cerca di una storia semplice e dolce come il miele. Uno shoujo manga tradizionale, con una coppia di fidanzati che di più innocenti non ce n’è.

Gallery

__________________________________________________
Online since 22/04/2020. This is a no profit web site. All the images in this site are used to review and to promote shoujo manga in Italy. All the images are © of their respective artists and publishers, or other owners. Each review is copyright © of respective author. The comments reflect the personal opinions of the reviewers. Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.Licenza Creative Commons.Licenza Creative Commons