B-Girls Private High School (Shiritsu! Bijin zaka joushi koukou) di Mayumi Yokoyama

A cura di Jiggly (testi) e Martina (info e grafica)

Titolo giapponese: Shiritsu! Bijinzaka joushi koukou
Traduzione: Privato! Scuola superiore femminile Bijinzaka
Autrice: YOKOYAMA Mayumi
Categoria: Shoujo

:: Il manga in Giappone ::
Numero di tankoubon: 3, concluso
Anno di pubblicazione: 2004
Casa editrice: Shougakukan
Collana: Flower comics
Rivista di serializzazione: Betsucomi

:: Il manga in Italia ::
Titolo per l’Italia: B-Girls Private High School
Casa editrice: Flashbook
Numero di volumi: 3, concluso
Prezzo: 5,90 euro
Inizio pubblicazione: Febbraio 2006
Periodicità: bimestrale
Distribuzione: fumetteria e online
Con sovraccoperta

:: L’autrice ::
Mayumi Yokoyama è nata il 6 febbraio di un anno imprecisato a Nagano e ha debuttato nel 1999, ottenendo un immediato successo in patria e venendo presto pubblicata in diversi paesi occidentali. B-Girls Private High School è la sua prima serie, le sue opere precedenti sono infatti volumi unici (a partire dal primo, ChikiChiki Banana, 2002).
La serie successiva a B-Girls è Galism, iniziata nel 2005 e proposta in Italia da Panini. Nel 2005 è uscita anche la raccolta di storie brevi Atashi ga Hamatta 4tsu no Junai: questo e altri volumi unici sono stati editi in Italia da FlashBook. Panini si è invece concentrata sulle serie, proponendo nel 2010 sia Il ragazzo ideale! (Otomental) che High School Beauty Queen (Bijo Juku).
Yokoyama-sensei si è distinta fin da subito per i suoi manga frizzanti con protagoniste piene di energia, e illustrazioni vivaci che ricordano lo stile di Miwa Ueda.

Storia 

Primo capitolo

La quindicenne En Nonomya è una ragazza ribelle, energica e un po’ problematica. Proprio a causa di questa sua esuberanza viene espulsa dal liceo per cattiva condotta e costretta iscriversi alla scuola superiore femminile Bijinzaka, detto il B-Girls High, un liceo in cui si insegnano e rispettano le buone maniere.

Il primo giorno En si imbatte in Chihiro Narushima che frequenta il primo anno della scuola maschile Jouyama. Il primo incontro tra i due non è certo idilliaco: Chihiro infatti la bacia improvvisamente, scatenando l’ira della ragazza.

A scuola En viene avvicinata da Yoshino Ishikawa, membro del comitato disciplinare, che la informa delle rigide regole della scuola. Nello stesso momento la nostra protagonista fa la conoscenza della “banda di Maya”, di cui fanno parte Maya Katagiri, Mai Ide e Kayo Abe. Le tre lavorano per il comitato disciplinare e sono state incaricate di dare “il benvenuto” a En, ovvero di renderle difficile la vita.
Una della poche consolazioni per la ragazza sono le telefonate di Yohei Jinbo, suo amico d’infanzia.

Una mattina En scopre che il ragazzo di cui Maya è innamorata, il senpai Akio, è un gigolò che si fa mantenere finanziariamente dalla ragazza di turno, ingannandola.
Infatti il giorno dopo Maya è alla ricerca di 50.000 yen da dare al senpai Akio, ma le altre due ragazze si rifiutano di prestarglieli. Decide così di procurarseli in ogni modo… E lo stesso pomeriggio En vede Maya in compagnia di signore anziano e teme che la ragazza faccia “enjokosai” (ragazza liceale che si vende per sesso).
Dopo varie titubanze la nostra protagonista decide di intervenire e va in soccorso della ragazza, subito dopo En apre gli occhi a Maya sulla realtà del senpai Akio. Dal quel momento En e la banda di Maya stringono amicizia.

Secondo capitolo

Il comitato scopre che la banda di Maya li ha traditi. Richiama così all’ordine Yoshino per rimettere in riga le tre ed En, che è entrata a far parte della banda con l’intenzione di cambiare le cose in quella scuola.

Intanto la situazione tra En e Chihiro si fa più interessante: il ragazzo infatti ammette di provare qualcosa per lei, e la bacia, lasciandola confusa. Dopo varie incomprensioni i due si mettono insieme.

Terzo capitolo

Una mattina dopo un litigio a causa del festival organizzato in comune con il liceo Jouyama, Yoshino si avvicina a Chihiro. Veniamo così a conoscenza del fatto che il ragazzo è “il fedele cagnolino” del comitato.
Il suo scopo sembrerebbe quello di usare En per distruggere il comitato disciplinare, e Yoshino gli raccomanda di non innamorarsi sul serio di En.

Nel frattempo, En e la banda cercano di reperire informazioni su Yoshino, venendo a sapere che la ragazza fa parte del club di basket, e che è questa la cosa a cui tiene di più. Scoprono inoltre che la ragazza è ricattata dal comitato: la sua squadra verrà sciolta se non farà obbedire En e la banda.

La sera del festival En e Chihiro fanno pace e decidono di passare la notte insieme.

Quarto capitolo

En è molto eccitata per quello che sta per succedere tra lei e Chihiro. Ma prima viene avvicinata da Yoshino, che la mette in guarda dicendole di non farsi coinvolgere troppo dal ragazzo, altrimenti l’intento di En di distruggere il comitato potrebbe essere compromesso.

Nel frattempo il presidente del comitato (di cui non conosciamo l’identità) scopre nella borsa di Yoshino una foto che ritrae En e Chihiro. Il presidente decide così di punire il ragazzo.

Intanto En discute al telefono con Yohei, geloso del suo rapporto con Chihiro. Quest’ultimo, preso dai sensi di colpa, raggiunge il B-Girls High per incontrare la ragazza. En si trova a casa di Chihiro quando qualcuno suona alla porta: il comitato rapisce il ragazzo.
En, furiosa, si mette alla ricerca di Chihiro decisa come non mai a distruggere il comitato e a riprendersi il suo ragazzo.

[Fine primo volume]

Considerazioni
I primi aggettivi che mi sono venuti in mente leggendo B-Girls Private High School sono frizzante e travolgente.
Questo manga sprizza energia da tutti i pori, così come la protagonista. Non è la solita fanciulla sottomessa al tipico cliché degli shoujo: ingenua, indifesa e dalla lacrima facile. Al contrario, è un tipo ribelle, vivace, energico e anti-conformista. Non si sottomette alle rigide regole imposte, ma combatte con determinazione e tenacia per far cambiare le cose.

L’azione della storia prende subito il via, trascinandoci nelle avventure e disavventure di En alla B-Girls High.
Gli eventi si susseguono velocemente senza mai annoiare, dando così vita a una lettura spassosa: in alcuni punti non si può fare a meno di ridere di cuore per alcune situazioni folli e personaggi divertenti. In primis le ragazze della banda di Maya, le Hip-Hop B-Girls Dcd o lo spensierato e simpatico Chihiro.
È questo uno dei pregi di B-Girls, che racconta in modo vivace e disincantato la vita degli adolescenti moderni con tutti gli ingredienti del caso: belle ragazze che vestono alla moda, amori, ragazzi affascinanti e conflitti all’interno dell’ambiente scolastico.

Infine, va sottolineato un altro ingrediente fondamentale: il bel tratto di Yokoyama sensei che risulta sempre morbido, pulito e accattivante.
Tutto ciò contribuisce a rendere B-Girls un manga fresco e accattivante che non vi deluderà se siete alla ricerca di una lettura divertente e disimpegnata, ben orchestrata e ben disegnata.

Gallery

__________________________________________________
Online since 28/03/2006, last up 01/07/2020. This is a no profit web site. All the images in this site are used to review and to promote shoujo manga in Italy. All the images are © of their respective artists and publishers, or other owners. Each review is copyright © of respective author. The comments reflect the personal opinions of the reviewers. Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale. Licenza Creative Commons.Licenza Creative Commons