La musica di Marie (Marie no Kanaderu Ongaku) di Usamaru Furuya

LA MUSICA DI MARIE

A cura di Spaced Jazz

Titolo originale: Marie no Kanaderu Ongaku
Autore: FURUYA Usamaru
Categoria: Seinen

:: Il manga in Giappone ::
Casa Editrice: Gentosha
Data pubblicazione: 2001
Volumi: 2, completo

:: Il manga in Italia ::
Casa Editrice: Coconino Press
Data pubblicazione: 2019
Volumi: 1, completo, 25 Euro

:: Il manga in Francia ::
Casa editrice edizione francese: Casterman, 2004
Serie completa in 2 volumi
Costo: 11,50, 248 pp.

Usamaru Furuya, classe 1968, è un autore atipico quanto interessante: già studente di belle arti, si è dedicato alla pittura a olio, alla scultura e al teatro per approdare infine al fumetto nel 1994 iniziando a scrivere per la rivista “Garo”. Questo Marie no Kanaderu Ongaku, uno dei suoi lavori principali e pubblicato nel 2001, fluttua fra i generi… drammatico, sentimentale, steampunk-fantasy e filosofico.

Storia
Manga originale, visionario (mai parola è stata più adatta), poetico ma colmo di chiaroscuri, sorprendente nei cambiamenti di prospettiva della narrazione e soprattutto in alcuni colpi emotivi sottoposti al lettore… incredibile come tutto ciò avvenga in soli due volumi, peraltro piuttosto corposi. Cercare corrispettivi non è facile, potremmo parlare di certe reminescenze Miyazakiane nell’ambientazione (Laputa, ma anche Nausicaa) e di un autore quale Hideji Oda – e il suo Mondo di Coo – per lo stile (non a caso Oda è pubblicato nella stessa collana dall’editore francese).
Vediamo la storia… siamo in un futuro mondo ipotetico, il cui progresso è fermo all’epoca del vapore e degli ingranaggi. La civiltà precedente, narrano le leggende, è stata distrutta dalle bramosie dell’uomo. Dio ha ricostruito questo mondo, ora amichevole e solidale, e vi ha posto a vigilare Marie, una dea meccanica che fluttua nei cieli ed è venerata universalmente. Siamo sull’isola di Pyrite, dove incontriamo i protagonisti, Kai e Phiphy.
Kai è orfano, lavora nelle officine come ricercatore di risorse, ha qualcosa di diverso legato al mistero della sua infanzia, quando scomparve per quindici giorni e fu creduto annegato. Ha un’adorazione per la figura di Marie e riesce ad ascoltare una “musica” che svela l’intima essenza delle cose. Phiphy è una bellissima ragazza, figlia di uno dei principali ingegneri di Pyrite e, secondo le usanze del luogo, giunta allo scoccare della cerimonia del suo diciottesimo compleanno si appresta a chiedere in sposo l’uomo che ama. Il quale è Kai, ma Kai sembra lontano, avvolto dalle memorie del suo destino, sopite nella foresta dei Tre Saggi. Perché il mondo sembra statico? Qual è il mistero dell’esistenza di Marie e dei suoi meccanismi?

Considerazioni
Ulteriori dettagli sarebbero spoiler più o meno invasivi e quindi non li riporterò, ma è inevitabile notare come spostino la narrazione su livelli superiori di originalità e contenuti, riuscendo a sorprendere più di una volta chi tentasse di definire l’essenza della sua storia. Sotto questo aspetto è insufficiente persino la lettura del solo primo volume e mezzo! Un fumetto che parla delle emozioni umane e del dualismo fra uomo e divinità… o forse di altro.
Del segno grafico ho già parlato in apertura, bellissimo, piuttosto personale, non privo di allusioni occidentali e intuizioni artistiche; nel secondo volume giunge ad alcune tavole di incredibile suggestione.

Marie no Kanaderu Ongaku è stato pubblicato in Francia come “La Musique de Marie” dall’editore Casterman nella collana Sakka – sorta di MangaSan francese vista la presenza di nomi quali il già citato Oda, Hiroaki Samura o Kenji Tsuruta. Anche il formato è simile, due volumi di ben oltre 200 pagine forniti anche di sovraccoperta, poco più di una ventina di Euro la cifra per portarseli a casa.
Si tratta di un fumetto che non lascia indifferenti.

 

____________________________
Online since 28/01/2007, last up 06/07/2020. This is a no profit web site. All the images in this site are used to review and to promote shoujo manga in Italy. All the images are © of their respective artists and publishers, or other owners. Each review is copyright © of respective author. The comments reflect the personal opinions of the reviewers. Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.Licenza Creative Commons.Licenza Creative Commons