Chiki Chiki Banana di Mayumi Yokoyama

A cura di Valle82 (review) e Martina (info e grafica)

Titolo: Chiki Chiki Banana
Autrice: YOKOYAMA Mayumi
Categoria: Shoujo

:: Il manga in Giappone ::
Casa editrice: Shougakukan
Numero di tankoubon: 1, concluso
Anno di pubblicazione: 2002
Collana: Flower comics
Rivista di serializzazione: Betsucomi

:: Il manga in Italia ::
Casa editrice: Flashbook
Numero di volumi: 1, concluso
Prezzo: 5,90 euro
Data pubblicazione: Marzo 2007
Distribuzione: fumetteria e online
Con sovraccoperta

:: L’autrice ::
Mayumi Yokoyama è nata il 6 febbraio di un anno imprecisato a Nagano e ha debuttato nel 1999, ottenendo un immediato successo in patria e venendo presto pubblicata in diversi paesi occidentali. B-Girls Private High School è la sua prima serie, le sue opere precedenti sono infatti volumi unici (a partire dal primo, ChikiChiki Banana, 2002).
La serie successiva a B-Girls è Galism, iniziata nel 2005 e proposta in Italia da Panini. Nel 2005 è uscita anche la raccolta di storie brevi Atashi ga Hamatta 4tsu no Junai: questo e altri volumi unici sono stati editi in Italia da FlashBook. Panini si è invece concentrata sulle serie, proponendo nel 2010 sia Il ragazzo ideale! (Otomental) che High School Beauty Queen (Bijo Juku).
Yokoyama sensei si è distinta fin da subito per i suoi manga frizzanti con protagoniste piene di energia, e illustrazioni vivaci che ricordano lo stile di Miwa Ueda.

Storia 

Chiki Chiki Banana

Non sempre è facile resistere alla tentazione di raccontare qualche piccola bugia, soprattutto quando quest’ultima permette di nascondere gli aspetti più “scomodi” della propria vita da liceale… ma ricordatevi: prima o poi tutti i nodi vengono al pettine!
È proprio quanto accade a Naomi e Jennifer, amiche e compagne di scuola, che per non sfigurare agli occhi dei lettori della rivista Chiquita si dichiarano delle autentiche “maestre del sesso”.
Destino vuole, però, che l’intervista in cui compaiono come protagoniste venga pubblicata solo qualche mese più tardi, quando entrambe sono finalmente riuscite a fidanzarsi e si preparano a vivere la loro prima notte d’amore. E se i rispettivi ragazzi leggessero le loro false prodezze, come reagirebbero alla scoperta che entrambe sono ancora vergini? L’ostacolo è presto superato: grazie a guide e video piuttosto espliciti, le due amiche si alleneranno duramente per mantenere inviolato il segreto!

Dokin!

L’esistenza di Misa, ragazza scapestrata “che tanto prediligeva i numeri di basso circo” per compensare l’assenza di un fidanzato, cambia radicalmente grazie a una pseudo-dichiarazione d’amore ricevuta da Yamato, compagno di scuola presentatole da un amico. Anche per la nostra protagonista, quindi, sembra essere arrivato il tanto agognato momento delle smancerie e degli appuntamenti ma la vita idilliaca di una neo coppia di innamorati è presto rovinata se gli amici si divertono a stuzzicarli con espressioni tanto piccanti quanto imbarazzanti. Come reagiranno Misa e Yamato a simili provocazioni? Cercheranno di soddisfare i compagni o si accontenteranno delle semplici e innocenti coccole?

Wild Card

L’obiettivo di Ikumi, protagonista di questa storia, è piuttosto semplice: vuole dichiararsi a Kurata, suo compagno dai tempi delle medie e per il quale nutre un sentimento che oltrepassa l’amicizia.
Tra lei e il suo sogno, però, c’è un ostacolo particolarmente ingombrante e dotato di “due enormi dichiarazioni di guerra” ed è proprio per superarlo che chiede la collaborazione del playboy della scuola: l’irresistibile e inaspettatamente timido Kenken. Il compito di quest’ultimo dovrebbe essere quello di distogliere l’attenzione della rivale dalla tanto agognata preda, ma se i piani dovessero cambiare e colui che rappresentava il jolly si trasformasse in un asso di cuori, come si comporterà la nostra eroina?

Red Hot

Dopo essere diventata membro della commissione del Bunkasai con il solo scopo di avvicinarsi al rappresentante d’istituto Amamiya, Komaki si trova ad ascoltare una chiamata particolarmente sospetta del vice Kiichi, il quale sembra essere collegato al famoso Red Hot, capo dell’organizzazione che vuole annualmente sabotare il festival culturale.
Approfittando di questa inaspettata fortuna, la ragazza decide di candidarsi come spia ed entrare nelle grazie del nemico, continuando a sognare un incontro sempre più ravvicinato con l’oggetto dei suoi desideri. E se tra fotocopie imbarazzanti e massaggi a spalle indolenzite, Kiichi si dimostrasse diverso da quello che sembra essere? Cosa sceglierà il nostro 007 in gonnella: l’amore o la missione?

Considerazioni
Il pubblico italiano amante degli shoujo manga ha potuto conoscere l’autrice Mayumi Yokoyama grazie al manga da noi conosciuto con il titolo B-Girls Private High School. Dopo aver constatato che le lettrici hanno particolarmente apprezzato l’humour e l’originalità della Yokoyama, la casa editrice Flashbook ha deciso di continuare a deliziarci proponendo i volumi autoconclusivi di questa mangaka. Chiki Chiki Banana, quindi, si presenta come una raccolta di quattro storie brevi, pubblicate originariamente da Shougakukan tra il 2001 e il 2002, di cui la prima fornisce il titolo alla raccolta.

A sottolineare il fatto che non ci troviamo di fronte a una serie di oneshot sdolcinate e strappalacrime ci pensa fin da subito la copertina: due ragazze in bikini al galoppo di una banana non sono sicuramente le classiche e indifese protagoniste a cui siamo solitamente abituati! Nonostante in ogni storia le coppie di protagonisti siano diverse le une dalle altre, ad accomunarle sono la personalità e la grinta che ogni “interprete” femminile dimostra di possedere non solo per conquistare il proprio principe ma anche per affrontare le semplici sfide quotidiane.

Essendo delle storie di sole 40-50 pagine l’una, non possono ambire a descrivere trame articolate con approfonditi risvolti psicologici dei vari personaggi ma quello che salta subito in evidenza è che in ognuna di esse c’è sempre un pizzico di originalità.
Si assiste quindi agli allenamenti di Jennifer e Naomi pronte a tutto pur di non svelare la propria verginità (è divertentissimo vedere come i sogni romantici della seconda vengano immediatamente infranti dalla pragmaticità della prima) fino ad arrivare alle tecniche segrete della “supersexy dangerous spy” Komaki il cui obiettivo è quello di entrare nelle grazie di Kiichi per smascherarlo.
Tuttavia, questi brevi e bizzarri spicchi di vita liceale non hanno solo il compito di strappare qualche sana risata alle lettrici ma, secondo la mia opinione, desiderano ricordare piccoli insegnamenti che sebbene molto noti spesso si tendono a dimenticare: non bisogna mai apparire diversi da quello che si è (ricordatevi le mutandine di Naomi…) visto che l’apparenza tendenzialmente inganna!

Gallery

_____________________________________________
Online since 20/05/2007, last up 29/10/2020. This is a no profit web site. All the images in this site are used to review and to promote shoujo manga in Italy. All the images are © of their respective artists and publishers, or other owners. Each review is copyright © of respective author. The comments reflect the personal opinions of the reviewers. Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.Licenza Creative Commons.Licenza Creative Commons