Recensione Manga – Ransie la strega – Batticuore a mezzanotte (Tokimeki Midnight) di Koi Ikeno

logo_midnightA cura di Micòl (immagini, info e storia) ed Emy (recensione)

Titolo originale: Tokimeki Midnight
Autrice: IKENO Koi
Categoria: Shoujo
Serie “What If” di Ransie la strega.

tm_gal01 coveritamidnight:: Il manga in Giappone ::
Casa editrice: Shueisha
Numero di volumi: 9 -concluso
Anno di pubblicazione: 2002
Rivista di serializzazione: Cookie Box

:: Il manga in Italia ::
Titolo: Batticuore a mezzanotte
Casa editrice: Star Comics
Numero di volumi: 9 -concluso
Anno di pubblicazione: 2005
Prezzo: 3.90 Euro.

Storia
Primo Volume

tm_gal02Ranze è una normale studentessa, umana, con dei genitori altrettanto umani: la madre è casalinga, il padre uno studioso di civiltà antiche, il fratellino uno studente delle elementari. Il migliore amico di Ranze è Aron, che vediamo costantemente alle prese con il tentativo di conquistarla con insoliti giochi di prestigio: Aron sembra infatti possedere degli strani poteri che gli permettono di piegare i cucchiai, che porta sempre con sé, con la forza del pensiero!!
Tutto per Ranze sembra svolgersi entro le aspettative di una normale studentessa, fino a quando non compare uno nuovo studente nella sua classe: Shun Mashiba.
Appare subito evidente ai compagni di classe di Ranze, soprattutto all’astuta Yoko, che il nuovo studente ha qualcosa che lo differenzia e che lo rende non esattamente uguale agli altri.
Tanto per cominciare, alla sfida lanciatagli da Aron ingelosito a causa dell’interesse dimostrato da Ranze per il nuovo studente, Shun risponde facendo un nodo al cucchiaio soltanto guardandolo di sfuggita.
tm_gal03E, infatti, Shun si rivelerà ben presto a Ranze per ciò che in realtà è: il principe delle tenebre venuto nel mondo umano per eliminare il fratello gemello perduto e che ora possiede dei poteri che può gestire nel mondo umano solo tramite un anello, senza il quale i suoi capelli da biondi si trasformano in neri. Come se non bastasse, Shun si trasferisce a vivere a casa di Ranze per aiutare nei suoi studi il padre, e sarà in questa occasione che Ranze scoprirà la sua vera identità e troverà il coraggio di confessargli i propri sentimenti.

Secondo Volume

tm_gal08Il secondo volume vede come protagonista Dirk Carlo, che in questa nuova versione di Tokimeki sembra avere assunto il ruolo del cattivo che vuole uccidere Shun. Ranze, intanto, viene accompagnata a scuola da Sand, che travestito da punk (graficamente il suo aspetto esteriore non è variato rispetto a T.T.) deve proteggerla dalle misteriose forze oscure che da qualche tempo sembrano avere preso di mira il suo liceo, probabilmente a causa di Shun. Infatti, poco dopo il suo arrivo a scuola, Ranze viene avvicinata da alcuni tipi dall’aria poco rassicurante che tentano di rapirla. L’arrivo di Sand, il quale rivela terribili poteri, li mette in fuga: è in questo episodio che il suo ruolo viene messo completamente in evidenza approfondendo molti aspetti del suo passato. Scopriamo, infatti, di come Sand sia in realtà una sorta di demone alato, dall’aspetto terrificante, che per qualche ragione era stato brutalmente scacciato dalla sua tribù. Era stato Shun a salvarlo da una morte certa, permettendogli inoltre di diventare suo amico fidato.
Dopo l’aggressione Ranze torna al suo appartamento, dove incontra Shun che comincia a raccontarle la storia del suo regno e di come lui ed Aron siano stati separati alla nascita. Ranze non riesce a trattenere le lacrime di fronte a un racconto tanto commovente, e Shun inaspettatamente comincia a farle delle avance. Improvvisamente, però, compare nella loro stanza l’immagine di Dirk Carlo, il quale minaccia entrambi, per poi svanire nel nulla. Il giorno seguente Ranze e Shun sono invitati a casa di Yoko per una festa. Purtroppo la famiglia di Yoko non è più la simpatica cosca yakuza cui ci siamo abituati in T.T., anche se i genitori non sembrano comunque avere tutte le rotelle a posto (…), tanto che cercano in ogni modo di conquistare le simpatie di Aron in vista di un fidanzamento con Yoko. Ranze e Shun, in disparte, cominciano a parlare nuovamente della vita di lui nel regno magico. Shun si confida con Ranze parlandole della sua infanzia e soprattutto di una bambina estremamente bella e graziosa che gli era stata imposta come fidanzata: Fira!
consimidnight2Ranze, ovviamente, non riesce a trattenere le lacrime e la rabbia e inizia a gridare contro Shun, il quale la rassicura dicendole che per lui quella ragazza non rappresenta una fidanzata, e le fa capire anzi che per lui solo Ranze è importante. Naturalmente l’istante magico viene interrotto dalla comparsa di Sand che quasi sta per vomitare a causa delle smancerie dei due. Sand deve accompagnare Ranze nel mondo magico per mostrarglielo, mentre Shun deve andare alla ricerca di Dirk Carlo. Sfortunatamente Dirk Carlo sta aspettando Ranze nel regno magico.
Ranze si allontana da Sand dopo una discussione, e scappa in un bosco poco lontano dal castello. Qui Dirk comincia a parlare con Ranze, ma in poco tempo la conversazione si trasforma in una lite furiosa, in cui Dirk cerca di avere la meglio baciando Ranze. Proprio sul più bello compare una ragazza magnifica a interromperli, accompagnata dalla spaventosa Moebius (che, purtroppo per lei, non ha ci ha guadagnato in bellezza nella nuova versione).
Si tratta naturalmente di Fira, la fidanzata di Shun!
Ranze rimane sconvolta dalla bellezza di Fira e ben presto avrà altro di cui stupirsi: Fira è a conoscenza della sua semi-lovestory con Shun, e ordina a Moebius di sbarazzarsi di lei trasformandola in un gatto! La povera Ranze è ora sola e sperduta in un mondo che non conosce, e Shun non può venire a salvarla perché nel frattempo la sta aspettando a casa. Sand, non riuscendo a trovarla, torna da Shun per riferirgli l’accaduto: Shun teme che le sia potuto accadere qualcosa di grave a causa di Dirk, e se la prende con Sand arrivando quasi a picchiarlo.
Ranze intanto ha deciso di spostarsi dal bosco per cercare di raggiungere una strada qualsiasi che la possa portare al castello. Cammina per ore, incontrando persone dall’aspetto molto diverso rispetto a quello del mondo da cui lei proviene, per giungere infine in un paesino molto piccolo dall’aspetto rustico. consimidnightQui fa la conoscenza di George, che non è più il dio della morte come in T.T, ma un ragazzo che ama suonare l’arpa per i bambini del villaggio: un musicista itinerante, insomma. George, in partenza, decide di portare con sé il gattino appena trovato, e sale così sul suo carro per dirigersi al villaggio vicino.
Intanto, nel mondo umano, tutti sono disperati per la povera Ranze, in special modo Aron, che non vedendola nemmeno a scuola, aggredisce Shun chiedendole cosa le abbia fatto. Shun e Sand gli dicono che la ritroveranno a ogni costo, ma Aron non ci crede e vuole andare con loro. Shun gli dice che non è possibile, e con Sand si dirige verso casa. Appena aperto il passaggio multidimensionale, Aron irrompe nella stanza di Shun chiedendogli se è questo il modo in cui ha intenzione di cercare Ranze, ma ormai è troppo tardi: Aron, Shun e Sand vengono catapultati nel mondo magico. Aron, chiassoso come sempre, comincia a fare domande, quando si accorge di un oggetto luminoso a terra. Mentre Shun e Sand discutono sul da farsi, Aron tenta di raccogliere l’oggetto, che però lo respinge con una scarica elettrica.
Shun attirato dalle sue grida si avvicina, e nota che ciò che Aron tentava di raccogliere è in realtà l’anello magico che aveva regalato a Ranze! Sand comincia subito le ricerche e, compreso in qualche modo il coinvolgimento di Moebius nella scomparsa di Ranze, costringe la maga a scovare il luogo in cui ora si trova la ragazza.
Arrivano tutti a casa di George, compreso Shun, che viene subito accolto da una gattina che gli si attacca con tutte le forze alla camicia. Shun comprende subito che dietro le fattezze del povero micio si cela Ranze, e vuole subito tornare nel mondo umano per sistemare le cose, guardando indignato Moebius. Sulla strada del ritorno, però, Dirk Carlo tenta con un’armata di arcieri di impedire a Shun, Ranze, Aron e Sand il passaggio.
E’ Aron questa volta a reagire, ingelosito dall’interesse di Dirk per Ranze. Facendo il buffone Aron comincia a gesticolare tendando di distrarre gli arcieri, ma a ogni suo gesto dei tuoni scendono dal cielo a colpire l’armata di Dirk. Tutti sono stupiti, tranne Shun che corre incontro ad Aron che ora si è accasciato a terra per proteggersi dai lampi che lui stesso ha scatenato. Non appena Shun abbraccia Aron, un’immensa energia si sprigiona dai loro corpi avvolgendoli e scatenandosi contro Dirk Carlo e i suoi. Dirk è costretto a fuggire con la sua armata.
Shun e Sand riescono a riportare Ranze e Aron, svenuto, nel mondo umano; ma ora tutti e tre si chiedono che cosa sia successo poco prima…

Considerazioni
tm_gal10Tokimeki Midnight non offre più di quello che promette: un “what if” delle più famose vicende narrate in Tokimeki Tonight. Ranze e Shun vivono perciò i ruoli invertiti, con Shun che ha dei poteri e Ranze che è sostanzialmente la classica damsel in distress… purtroppo la vicenda risulta alquanto incolore, priva della verve che ha reso famosa la saga principale, motivo per cui questa serie è indirizzata ai soli fan della Ikeno, che avranno piacere di ritrovare la nota, deliziosa grafica dell’autrice.
A differenza della storia che tutti conosciamo, i personaggi, seppur fortemente radicati alla loro matrice originale, presentano delle sfumature nel carattere che potrebbero non essere facilmente accettate, anche se uno Shun più risoluto nei confronti di Ranze è forse la parte migliore…  Sta di fatto che chi spera di ritrovare i beniamini che ha imparato ad amare rischia di rimediare una vera delusione. Come già sottolineato, questa serie è per Ikeno fan o per chi di Ransie la strega/Tokimeki Tonight vuole avere proprio tutto.

Gallery

Scansioni di Micòl.

_________________________
Online since 04/01/2004, last up 18/04/2022. This is a no profit web site. All the images in this site are used to review and to promote shoujo manga in Italy. All the images are © of their respective artists and publishers, or other owners. Each review is copyright © of respective author. The comments reflect the personal opinions of the reviewers. Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.Licenza Creative Commons.Licenza Creative Commons