Il riccio innamorato (Koi suru harinezumi) di Nao Hinachi

A cura di Emy (review) e Martina (storia, immagini e grafica)

Titolo originale: Koi suru harinezumi
Titolo internazionale: A Hedgehog in Love
Titolo per l’Italia: Il riccio innamorato
Autrice: HINACHI Nao
Categoria: Shoujo

:: Il manga in Giappone ::
Numero di volumi: 5 -concluso
Casa editrice: Shougakukan
Rivista di serializzazione: Betsucomi
Collana: Flower Comics
Anni di pubblicazione: 2013-2016

:: Il manga in Italia ::
Numero di volumi: 5 -concluso
Casa editrice: Star Comics
Distribuzione: fumetteria, libreria ed edicola
Pubblicato a partire da: dicembre 2017
Periodicità: bimestrale
Prezzo: 4,50 euro

Storia
Kii Ozawa è una liceale del primo anno, una ragazza come tante, dal carattere un po’ ingenuo e immaturo, sempre carina e solare con tutti.

Hozuki Heiji è lo studente più temuto del primo anno: a scuola sono convinti che sia un tipo violento e scorbutico, e per questo lo evitano a tutti i costi.

Osservandone da vicino il comportamento, Kii si accorge che il carattere del ragazzo è molto simile a quello del suo animaletto domestico: un piccolo riccio, introverso e sempre pronto a rizzare gli aculei quando viene sorpreso o contrariato.

Un po’ alla volta Kii riesce ad avvicinarsi a lui, scoprendone il lato gentile e sincero, ma i compagni continuano a vedere Hozuki con diffidenza e timore. Questo si ripercuote su Kii, che finisce per essere isolata dai suoi stessi compagni.

Con il susseguirsi delle quotidiane vicende scolastiche, tra cui la preparazione dell’attesa gita di classe, anche gli altri studenti avranno modo di superare i loro pregiudizi su Hozuki.

Ma qual è il sentimento che lega Kii e Hozuki? Si tratta di amicizia o di amore? E che tipo di rapporto c’è tra Hozuki e Yukino, una giovane madre single a cui il ragazzo sembra essere particolarmente vicino?

Considerazioni
Dunque… Cosa troviamo ne Il riccio innamorato? Personaggi irrimediabilmente kawaii, vicende tra banchi di scuola superiore, un protagonista dal cuore di burro ma “spinoso” all’esterno, tentativi di bullismo nei confronti del supposto bullo, personaggi secondari semplici che oscillano tra il ruolo di aiutanti o nemici della coppia protagonista. Ingredienti consueti, a base della commedia scolastica di riferimento.

È il solito shoujo scolastico adolescenziale?
Sì, perché non c’è un particolare approfondimento psicologico né lampi di genio narrativo, e i climax coincidono con gli stadi dello sviluppo emotivo che costruiscono le basi del rapporto: quella frase speciale, quello sguardo speciale, quel sorriso improvviso, quella mano che ha sfiorato la guancia, il bacio che non ti aspetti ma che avevi desiderato.

Si fatica a entrare (o tornare, nel caso del lettore maturo) nel mondo tracciato dall’autrice?
No, perché le emozioni dei personaggi sono ben costruite e ogni bacio è il primo bacio, ogni sorriso ti apre il cuore, ogni sguardo è una sorpresa dietro l’angolo. Gli avvenimenti si snodano autentici, la narrazione scorre limpida, la grafica è seducente, l’intrattenimento è genuino.

È il solito shoujo scolastico adolescenziale?
Sì, e per fortuna c’è ancora qualcuno che ha voglia di scriverlo con scioltezza e di leggerlo con piacere, trascorrendo ore leggere.

 

__________________________________________________
This page is online since 30/04/2019. This is a no profit web site. All the images in this site are used to review and to promote shoujo manga in Italy. All the images are © of their respective artists and publishers, or other owners. Each review is copyright © of respective author. The comments reflect the personal opinions of the reviewers. Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.Licenza Creative Commons. Licenza Creative Commons