Utena, la fillette révolutionnaire di Chiho Saitou e BePapas


A cura di Tstomu (review) e Martina (grafica)

Titolo giapponese: Shoujo kakumei Utena
Titolo internazionale: Utena, la fillette révolutionnaire
Storia: Be-PaPas
Disegni: SAITOU Chiho
Categoria: Shoujo

:: Il manga in Giappone ::
Numero di volumi: 5, completo
Anni di pubblicazione: 1996 – 1998
Casa editrice: Shuogakukan
Collana: Flower Comics
Seconda edizione: 3 volumi
Rivista di serializzazione: Ciao

:: Il manga in Italia ::
Prima edizione
Numero di volumi: 5, completo
Casa editrice: Star Comics
Collana: Kappa Extra
Prezzo: £ 6.000
Inizio pubblicazione: Dicembre 1998
Ritmo di serializzazione: bimestrale
Distribuzione: edicola e fumetteria

Seconda edizione  
Annunciata da J-Pop per Marzo 2020

:: Il volume fuoriserie ::
Titolo: Gekijouban – Shoujo kakumei Utena ~ Adolescence mokushiroku
Anno di pubblicazione: 1999
Numero di volumi: 1, completo
Casa editrice: Shougakukan
Collana: Flower Comics
Nota [a cura di Emy]: si tratta di una rilettura della storia originale, ed è in sostanza una metafora sulla cognizione del dolore e l’elaborazione del lutto. Le situazioni presenti nel manga sono notevolmente ambigue e morbose, in misura maggiore rispetto alla serie regolare.
Trama: La fiera Utena Tenjo si iscrive all’istituto Ohtori: qui incontra Touga Kiryu, il ragazzo che l’ha lasciata in passato senza spiegazioni. Touga è ora diventato un “duellante” e anche Utena, che è intenzionata a diventare un principe piuttosto che aspettare di essere salvata da un principe, è destinata a esserlo. Utena è così coinvolta nei duelli che l’associazione studentesca affronta per poter conquistare la “sposa della rosa”: una bellissima ragazza dalla pelle scura e dagli atteggiamenti disinibiti, il cui nome è Anthy Himemiya. Utena prende a cuore la sorte della ragazza, costretta di volta in volta a soggiacere ai desideri del vincitore del duello. E che cosa sarà mai la “forza di Dios” cui tutti i duellanti aspirano?
Il Italia il titolo di questo volume è Utena – Apocalisse Adolescenziale, edito da Dynit a 5.40 Euro nell’Agosto 2003.

:: La serie TV ::
Numero di episodi: 39
Anno di produzione: 1996
Regia: Kunihiko Ikuhara
Musiche: Shinkichi Mitsumune & J.A.Seazer
Character design: Shin’ya Hasegawa
Art director: Shichiro Kobayashi
Produzione: TV Tokyo
In Italia: distribuita in 10 DVD da Yamato Video

:: Il film ::
Titolo originale: Shoujo kakumei Utena ~ Adolescence mokushiroku
Titolo italiano: Utena – Apocalisse adolescenziale
Anno di produzione: 1999
Regia: Kunihiko Ikuhara
Musiche: Hideato Amari, Shinkichi Mitsumune & J.A.Seazer
Character design: Shin’ya Hasegawa
Art director: Shichiro Kobayashi
Produzione: TV Tokyo
In Italia: distribuito in 1 DVD da Dynit

Merchandising: Bara no kioku Shoujo – kakumei utena shahinshuu (Tokuma 1998), Art of Utena – Shoujo kakumei utena visual Making Book (Bijutsu Shuppansha, 1999), anime comic (Shogakukan, 1998, 5 volumi), CD, card, shitajiki e altri gadget. Be-PaPas e Chiho Saito hanno successivamente realizzato il manga The World of S & M.

Storia

1° Volume

Nei corridoi della scuola media Seifu è in atto una diatriba tra una bellissima ragazza di nome Utena Tenjo e la sua professoressa. Il motivo è palese: la fanciulla indossa un’uniforme rosa e per giunta dal taglio tipicamente maschile.
Viene convocata sua zia Yurika che, dalla morte dei genitori di Utena, si prende cura di lei. La donna convince i professori a essere indulgenti riguardo l’abbigliamento di sua nipote, in quanto presto partiranno per l’Olanda, dove lei ha ottenuto un lavoro importante e inoltre spiega loro la situazione familiare della ragazza…

Utena, da bambina, camminando sola e triste per la città in seguito al decesso dei suoi genitori, cadde in un fiume ma venne salvata da un misterioso ragazzo, che lei soprannominò Pero pero in quanto lui leccò le sue lacrime (in giapponese questa è un’onomatopea che si usa per indicare il suono di tale azione). Questo ragazzo, molto simile a un principe, disse a Utena di non perdere mai la sua nobiltà d’animo, così da incontrarsi nuovamente in futuro, e le donò un anello con incastonata una rosa.

Dal quel giorno sono passati sette anni e Utena ha sempre ricevuto delle misteriose cartoline: nella settima c’è scritto “ti vedrò quest’anno”. Mentre la ragazza è affacciata alla finestra vede passare un giovane che le ricorda il principe che la salvò da piccola, ma in realtà egli è l’assistente di sua zia, infatti una sera quest’ultima lo invita a cena nella loro casa.
Utena è sempre più convinta che in realtà si tratti del suo Pero pero perché anche lui porta al dito lo stesso anello con la rosa e ha donato a sua zia le stesse rose bianche raffigurate nelle cartoline che lei ha ricevuto. Inoltre lui le dice che queste rose provengono dalla scuola che ha frequentato.

Un compagno di scuola di Utena, Kaido, scopre che sei cartoline, unite, formano un puzzle raffigurante il prestigioso istituto Ohtori, situato nella città di Hoou. La settima, quella sul cui retro c’è scritto “ti vedrò quest’anno” raffigura sul davanti delle rose, in mezzo alle quali è posto un biglietto con la stessa frase scritta in latino, ma non ne parla subito a Utena.

Kaido è scettico riguardo l’esistenza di questo misterioso principe, crede che la sua amica abbia fatto un sogno a occhi aperti, e vuole incontrare Wakaogi, dato che Utena è convinta che sia Pero pero. Si recano all’ufficio della zia e la sorprendono mentre sta baciando il ragazzo. Utena scappa via mentre Kaido tira un pugno a Wakaogi.
A cena, Utena dice chiaramente a sua zia che per lei non ci sarà nessun problema se andranno in tre ad abitare ad Amsterdam, visto che Wakaogi è simpatico a entrambe.

Un giorno, Utena vede una bambina che sta per cadere in un fiume e cerca di aiutarla, ma cade in acqua lei stessa. Con sua grande sorpresa, Kaido vede un ragazzo avvolto da una luce abbagliante, di spalle, trarre in salvo Utena, mentre la bambina è miracolosamente in braccio ai suoi genitori. In questo modo il ragazzo si convince dell’esistenza del fantomatico ragazzo del quale Utena gli ha parlato e le svela quello che aveva in scoperto precedentemente. Ovvero, che mettendo insieme sei delle cartoline ricevute dalla ragazza durante i sette anni trascorsi dalla morte dei genitori, esse formano una foto-puzzle dell’istituto Ohotori, mentre la settima cartolina, quella che rappresenta le rose, indica il luogo nel quale questa fantomatica persona attende Utena.

Di conseguenza, la ragazza, per trovare questo misterioso ragazzo, decide di iscriversi al famoso istituto Ohtori. Nel nuovo istituto tutti restano affascinati da Utena. I ragazzi perché è abile nello sport, e le ragazze per la sua androginia. Qui Utena fa la conoscenza di Wakaba, sua compagna di stanza. Un giorno Utena è testimone di una singolare scena: una ragazza viene schiaffeggiata da un tipo dai lunghi capelli ricci, mentre un altro dalla fluente chioma rossa interviene per difenderla.
Wakaba svela alla sua amica che il ragazzo dai capelli ricci è il vice-presidente dell’associazione studentesca, Kyoichi Saionji, la ragazza schiaffeggiata Anthy Himemiya, mentre il rosso, Touga Kiryu, è il presidente degli studenti. Dell’identità di quest’ultimo Utena era già a conoscenza.

Il giorno dopo tutti gli studenti stanno ridendo mentre leggono una lettera d’amore affissa in bacheca: è indirizzata al vice-presidente. Utena la strappa via immediatamente e dopo aver scoperto che si tratta della lettera scritta da Wakaba, credendo che fosse stato lo stesso Saionji a renderla pubblica, si reca da lui per dargli una lezione.
Il ragazzo le dice che l’ha solo cestinata e non sa chi sia stato a renderla pubblica. Nota che Utena possiede l’anello con il simbolo della rosa, quindi le dice che essendo anche lei una duellante, se vuole può sfidarlo nell’arena dei duellanti situata nel boschetto dietro la scuola.
Utena non capisce ma si reca all’appuntamento. Lì trova Anthy Himemiya, la ragazza schiaffeggiata da Saionji e che ha il ruolo di sposa della rosa. In realtà, i membri dell’associazione studentesca, di cui fanno parte la bionda Juri Arisugawa, Miki Kaoru, Touga Kiryo e Saionji, si sono riuniti in questo istituto dopo aver ricevuto delle cartoline che davano precise indicazioni su quello che sarebbe stato il loro compito. Per ordine del “confine del mondo”, essi devono sfidarsi: in tal modo otterranno il potere di rivoluzionare il mondo, la sposa della rosa – cioè Anthy Himemiya – e la spada di Dios.

Nelle cartoline inviate a Utena però non vi era nessun accenno a questo. La ragazza giunge dinnanzi uno strano palazzo, inserisce le mani in un enorme simbolo a forma di rosa, e prodigiosamente le porte si aprono. Davanti a lei vede uno scenario quasi mitologico: una scala sospesa in aria che conduce a un’arena che ricorda quelle degli antichi romani e sospesa nel cielo l’immagine, simile a un ologramma, di un castello capovolto.

Utena, che era andata lì con lo scopo di difendere l’onore della sua amica Wakaba, si trova a combattere un duello che cambierà per sempre la sua vita.
Anthy Himemiya appunta sul suo petto e su quello di Saionji una rosa: chi colpirà per primo quella del suo avversario vincerà il duello. Saionji, prodigiosamente, estrae la sua spada dal petto della sposa della rosa. Utena inizia il duello in svantaggio poiché utilizza una spada di bambù; sembra essere spacciata quando improvvisamente alle sue spalle appare l’immagine del misterioso ragazzo, che gli altri denominano Dios, e in questo modo sconfigge Saionji. Quest’ultimo si vede portare via la spada di Dios e Anthy Himemiya, inoltre Touga Kiryu assiste al duello e confessa a Utena di essersi innamorato di lei.

Il giorno dopo la ragazza viene trasferita nel dormitorio est, un palazzo rimasto disabitato per oltre dieci anni e con sua grande sorpresa trova ad attenderla in camera Anthy, che le spiega che adesso sono fidanzate avendo vinto Utena il duello ed essendo lei la sposa della rosa. Anthy inoltre le presenta la simpatica scimmietta Chu Chu, sua unica amica.

Una sera Utena si reca nel roseto poiché le è sembrato di scorgere la sagoma di un ragazzo di spalle che somiglia al suo Pero pero, ma questa figura scompare e appare Touga. Questi non perde l’occasione per rubare un bacio alla ragazza, ma le spiega anche le regole dei misteriosi duelli che vedono in palio Anthy Himemiya; Utena afferma di ritenere tutto ciò assolutamente scorretto.

Utena si rende conto che Anthy non ha amici a scuola, così decide di aiutarla. Vengono invitate a un ballo e ricevono in regalo degli abiti da sera.
Utena con riluttanza indossa l’abito (che le è stato donato da Touga) e si reca al ballo con Anthy.
Touga confessa alla ragazza i suoi sentimenti per lei, ma Utena non sembra gradirli. Nel frattempo Anthy è stata rapita da Saionji (l’abito per lei lo ha mandato in realtà lui) il quale non si è rassegnato di averla persa in seguito alla sconfitta contro Utena, quindi le propone un nuovo duello per riottenere la sposa della rosa e l’annesso potere di rivoluzionare il mondo.

[Fine del primo volume]

Considerazioni

Il manga Shoujo kakumei Utena è scritto dal gruppo Be papas (di cui faceva parte il famoso regista Kunihiko Ikuhara) e disegnato dalla bravissima mangaka Chiho Saitou. È un’opera molto particolare, ricca di efficaci colpi di scena e di ottimi tempi narrativi. I disegni sono davvero belli e curati, ancora una volta Saitou sensei ci mostra la sua straordinaria abilità grafica.

Quest’opera, nata in seguito al grande successo di serie come Sailor Moon, in realtà non ha nulla a che vedere con quest’ultima, come si potrebbe pensare, ma piuttosto ricorda il famosissimo manga di Riyoko Ikeda, Versailles no bara. Come Oscar, anche Utena veste da uomo, la sua divisa ricorda molto l’uniforme dell’eroina ikediana e anche i principi etici e morali dei due personaggi sono parecchio simili, ma le similitudini terminano qui perché Shoujo kakumei Utena si sviluppa in maniera differente e non meno originale.

Uno dei maggiori punti di forza del manga è il mistero che circonda i personaggi, i quali si muovono in uno scenario normale, quello scolastico e al contempo fantastico.
Utena, la protagonista del manga, è una ragazza come tante, ma a renderla misteriosa e speciale è il segreto che porta con sé fin dall’infanzia. L’essere venuta a contatto, da piccolissima, con questo fantomatico principe, è stato un evento fondamentale per la formazione del suo carattere, infatti in lei sbocciano sentimenti di profondo altruismo, di giustizia e grande nobiltà d’animo. Sentimenti che diventeranno sempre più forti con lo sviluppo della vicenda, al punto che ella non desidera essere la fanciulla da salvare ma un nobile principe che trae in salvo chi è in difficoltà.

Anthy Himemiya, la sposa della rosa, è invece una ragazza dolce e remissiva per via del suo ruolo, che la rende un semplice oggetto da scambiarsi attraverso i duelli per ottenere la forza di rivoluzionare il mondo. Con il susseguirsi degli eventi il suo personaggio acquisterà sempre più importanza e non mancheranno interessanti e imprevedibili sorprese.

In quest’opera è presente una galleria di personaggi interessanti, in primis il misterioso fratello di Anthy, Akio. I colpi di scena si susseguono a un ritmo incalzante in questo shoujo manga e nulla può essere dato per scontato, in quanto le situazioni sono in continuo mutamento e si sviluppano spesso in modo imprevedibile.

Un titolo valido, dove il bene e il male si trovano in contrasto per il possesso del potere: un titolo che può essere apprezzato da tutti i lettori e non necessariamente dai soli fan di Saitou sensei.
Pertanto la lettura è consigliata a coloro i quali sono attratti dalle atmosfere misteriose e affascinanti, con una trama molto originale e senza punti morti, anche per via della brevità della storia.

 

____________________________

Online since 4/12/2005, last up 03/05/2019. This is a no profit web site. All the images in this site are used to review and to promote shoujo manga in Italy. All the images are © of their respective artists and publishers, or other owners. Each review is copyright © of respective author. The comments reflect the personal opinions of the reviewers. Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.Licenza Creative Commons.Licenza Creative Commons