Recensione Manga – Ridendo tra le nuvole (Donten ni Warau) di Kemuri Karakara

ridendotralenuvoleLOGOA cura di Emy

Titolo originale: Donten ni Warau
Autrice: KARAKARA Kemuri
Categoria: Shoujo

galdonten02:: Il manga in Giappone ::
Casa editrice: Mag Garden
Numero di volumi: 6, completo
Anno di prima pubblicazione: dal 2011
Rivista di pubblicazione: Avarus

:: Il manga in Italia ::
Titolo: Ridendo tra le nuvole
Casa editrice: GOEN
utakatacovergaldonten000Annunciato per Ottobre 2021.

:: Sequel, Prequel e Spin Off ::
Dato il successo di questa serie, in Giappone alla saga principale si sono affiancati tre volumi di Gaiden (“Donten ni Warau Gaiden”, 2014), lo spin-off “Yamainu no Zangyou ni Warau” (1 volume, 2019), i prequel “Utakata ni Warau” (1 volume, 2018) e “Rengoku ni Warau”, che in patria procede spedito oltre il tredicesimo volume.

animemoviedontenanimedonten:: Anime ::
Dal manga è stata tratta una serie animata cui sono seguiti tre film. La serie è la fedele trasposizione dei sei volumi della saga principale, mentre i film sono ispirati ai Gaiden.
Titolo Serie TV: Donten ni warau
Regia: Hiroshi Haraguchi
Sceneggiatura: Yūya Takahashi
Studio: Doga Kobo, Rete NTV
Data: 2014
Episodi: 12

dontendrama:: Film Live ::
Titolo: Laughing Under the Clouds
Regia: Katsuyuki Motohiro
Proiettato in Giappone nel: Marzo 2018
Durata: 94 min.
Cast: Sota Fukushi, Yuma Nakayama, Yuki Furukawa.

Storia
dontenstoriaUndicesimo anno dell’era Meiji: portare le spade è proibito, e i samurai stanno lentamente scomparendo. Ma a molti questo cambiamento che sta attraversando il Giappone non piace, e inevitabilmente i crimini aumentano. L’unica risorsa per preservare l’ordine è una prigione al centro di un lago, un luogo da cui non è possibile fuggire. L’unica via di accesso è attraverso l’acqua e ai tre fratelli della famiglia Kumo (parola che può significare “Nuvole”) viene affidato il compito di traghettare i detenuti verso la loro nuova “casa”.
I personaggi principali sono appunto i tre fratelli Kumo: il gioviale Tenka, ossia il fratello maggiore che ha fatto da padre ai due fratelli minori dopo la morte dei genitori; l’inquieto Soramaru, il cui obiettivo è diventare abbastanza forte e affidabile da conquistare il rispetto e la fiducia del fratello maggiore; il più piccolo Chūtarō, emotivo e orgoglioso di appartenere alla famiglia Kumo. Tenka, Soramaru e Chūtarō sono rispettivamente il più forte, il più responsabile, il più veloce dei fratelli.

I tre, rimasti orfani, si impegnano nel loro ruolo di traghettatori ma non si limitano a quello: proteggono la comunità dai malintenzionati e sono responsabili del tempio Kumo. Vive con loro Shirasu, l’ultimo ninja Fuma, che si definisce “ninja dei Kumo” da quando Tenka gli ha salvato la vita, avendolo trovato che giaceva gravemente ferito nella neve.

Tenka, dalla sonora risata e dalla personalità marcata, nasconde però dei segreti che riguardano il ritorno di Orochi, il serpente maligno che ogni trecento anni si reincarna in un essere umano per diffondere distruzione e disgrazia nel mondo. E tra i probabili contenitori del demone ci sono proprio i tre fratelli Kumo…

Considerazioni
dontenconsiMai stata fan della rivista “Avarus” della Mag Garden, però Donten ni Warau l’ho apprezzato già dalla serie animata: è un titolo di tutto rispetto, un manga dove prevale l’azione ora epica ora scanzonata di personaggi carismatici, che suscitano qualche lacrima – a dispetto del titolo – e soprattutto coinvolgono grazie a una narrazione dal forte impatto emotivo. Se qualcuno si sta chiedendo se sia curato anche l’aspetto romantico nelle vicende, si può rispondere che è presente ma non al centro degli eventi, dove svetta la formazione e la crescita dei protagonisti. 
Punto di forza della serie è l’accurata caratterizzazione, sia fisica che psicologica, dei tre fratelli Kumo: il buontempone e giocoso Tenka, l’inquieto Sora e l’ingenuo Chūtarō. Il primo, che ha fatto da padre ai fratelli minori in seguito alla morte dei genitori, è la colonna della famiglia e sembra indistruttibile, ma in realtà nasconde dietro la faccia sorridente ben più di un segreto. Il secondo è il classico giovane padawan che deve apprendere tutto quel che serve per potersi definire un adulto. Il terzo rappresenta la tenerezza ma anche l’ingenuità ed è destinato a seguire a stretto giro il fratello più grande. 
dontendrama4Importanti sono le relazioni tra i protagonisti, in particolare l’amicizia e l’affetto tra fratelli. Emerge il significato di “famiglia”, che va ben al di là dei legami di sangue, dal momento che coinvolge anche personaggi che con i tre fratelli non hanno legami di parentela.
La trama procede con un ritmo veloce che non risparmia colpi di scena e personalmente ne avrei gradito qualcuno di meno, sta di fatto che è indubbiamente avvincente.

Concludendo: non si tratta di una serie particolarmente innovativa o pluripremiata, però garantisce una narrazione accattivante, popolare e di buon livello. Se vi piacciono le storie ricche d’azione e formazione, magari ambientate nel Giappone del passato… questo è un titolo indicato per voi. Non stupisce che Ridendo tra le nuvole sia un successo capace di generare una serie animata, un film dal vivo e più film animati. Alla fine della lettura con ogni probabilità ne vorrete sapere di più non solo dei fratelli ma anche dei comprimari e allora bisognerà sperare che la Goen annunci i prequel e il seguito!

Nota a margine: questo manga è stato annunciato nell’Agosto 2021 assieme ad altri titoli, anche shoujo e josei. Tra questi ultimi risulta evidente la varietà delle proposte per il pubblico femminile: il josei dedicato alle donne single e il josei-culto che spazia tra mistero e soprannaturale, lo shoujo romantico per le giovani sognatrici, lo shoujo action-storico, quello psicologico e quello fantasy… si tratta di titoli validi, ma soprattutto vari. In passato è stato proposto con particolare insistenza in Italia solo un tipo di shoujo (la commedia scolastica sentimentale), cosa che non aiutava a sfatare il mito shoujo=tanti cuoricini rosa. Giusto, invece, che sia rappresentata la varietà dei manga, perché questo ne assicura la forza. Qualcuno potrebbe dire che mancano i BL nell’annuncio Goen ed è vero, però dubito faticherà a trovarli nelle proposte di altre case editrici, in quanto godono di ottima salute nell’attuale panorama editoriale rivolto al pubblico femminile (ma apprezzabile da un pubblico eterogeneo, c’è ancora bisogno di specificarlo?).

Gallery

___________________________________

Online since 06/09/2021. This is a no profit web site. All the images in this site are used to review and to promote shoujo manga in Italy. All the images are © of their respective artists and publishers, or other owners. Each review is copyright © of respective author. The comments reflect the personal opinions of the reviewers. Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.Licenza Creative Commons.Licenza Creative Commons